Mole24 Logo Mole24
Home » Cronaca di Torino » Il Golden Palace di Torino si prepara per tornare a splendere

Il Golden Palace di Torino si prepara per tornare a splendere

Da Asja D'arcangelo

Febbraio 20, 2023

Il Golden Palace, l’hotel a 5 stelle di via Arcivescovado a Torino che ha ospitato figure importanti come il Dalai Lama e le squadre della Champions League, sta per riaprire le sue porte dopo oltre un anno di chiusura.

L’hotel è stato sede di importanti convention politiche, tra cui quella di Silvio Berlusconi per le scorse regionali, e ha ospitato numerosi personaggi famosi.

Richiami Prodotti Italia App

Un nuovo inizio per il Golden Palace di Torino

Il Golden Palace, inaugurato per le Olimpiadi 2006, aveva chiuso nel mese di agosto 2022 a causa di problemi finanziari, dovuti ad un debito di circa 6 milioni di euro verso le tre banche proprietarie della struttura. Secondo le ultime notizie, però, il Golden Palace dovrebbe tornare ad accogliere i suoi ospiti già dall’autunno del 2023.

La proprietà ha annunciato che si sta preparando ad incontrare a marzo il Comune per presentare il piano di ristrutturazione dell’edificio e quello di lavoro. Il marchio Hilton ha confermato che l’hotel riaprirà sotto la sua insegna, garantendo il massimo livello di servizio ai suoi ospiti.

Una grande occasione per il settore turistico della città

La riapertura dell’hotel rappresenta una notizia importante per Torino, soprattutto per il settore turistico.

Il Golden Palace ha una posizione strategica importante: infatti si trova proprio nel cuore della città. Inoltre, si distingue a livello nazionale e internazionale per la sua eleganza e il suo servizio di altissimo livello.

Prima della chiusura, la struttura era gestita da Allegroitalia Torino Spa, che ha lasciato a casa circa 90 dipendenti. Con la riapertura del Golden Palace, però, ci sarà una nuova opportunità di creare altri posti di lavoro e di contribuire alla ripresa economica della città.

Asja D’Arcangelo

Asja D'arcangelo Avatar

Asja D'arcangelo

Studentessa di facoltà umanistiche all'Università di Torino. Appassionata di giornalismo, ama viaggiare e scoprire nuove culture.