Territorio

Torino: le novità e la rinascita di Piazza San Carlo

13398
Tempo di lettura: 2 minuti

Piazza San Carlo è uno dei luoghi simbolo della città di Torino che sta vivendo un periodo di novità e rinascita. La piazza respira dopo la liberazione dagli ultimi ponteggi sulla facciata di Palazzo Isnardi di Cariglio, saluta la riapertura di vecchi locali e ne accoglie di nuovi.

Palazzo Isnardi di Cariglio torna a mostrare la sua elegante facciata

Ieri, mentre a Torino iniziavano i saldi, piazza San Carlo veniva finalmente liberata dagli ultimi ponteggi.

Le impalcature, che erano apparse la scorsa estate, hanno permesso il restauro della facciata di Palazzo Isnardi di Cariglio, uno degli edifici storici più iconici di Torino.

L’edificio è entrato in possesso degli Isnardi di Caraglio nel 1693, anno in cui ne affidarono il restauro all’architetto Benedetto Alfieri. Il palazzo, dal 1838, ospita anche la sede dell’Accademia Filarmonica.

I lavori di restauro avevano come obiettivo quello di riportare al suo antico splendore la facciata, che risale a metà del Seicento. Le operazioni hanno previsto come prima cosa la pulizia della facciata, con particolare attenzione ai rilievi presenti in corrispondenza delle colonne.

Piazza San Carlo: arrivano nuovi ristoranti e riaprono locali storici

Il restauro di Palazzo Isnardi di Cariglio, però, non è l’unica novità per piazza San Carlo a Torino.

Dopo tanto tempo, per la gioia dei torinesi, ha riaperto le porte il celebre Caffè San Carlo. Il locale aveva chiuso per delle operazioni di rifacimento, che non ne hanno però snaturato la storia bicentenaria. Questa unione tra presente e passato ritorna anche nel menù del locale. La nuova caffetteria, infatti, è guidata dagli chef Costardi Bros, i fratelli Christian e Manuel.

Questo è solo l’inizio di una rinascita che interesserà tutta la zona limitrofa a piazza San Carlo.

Presto, infatti, aprirà il nuovo ristorante “Scatto“, il cui nome vuole rimandare agli allestimenti delle Gallerie d’Italia, un progetto Intesa Sanpaolo partito lo scorso maggio. Una scelta non casuale, dal momento che il locale si troverà proprio nel cortile delle Gallerie.

Un punto interrogativo su Piazza San Carlo a Torino: Neuv Caval d’Brons

Nonostante il clima di rinascita sembra avvolgere piazza San Carlo, c’è ancora un grande interrogativo che la riguarda. Per l’ennesimo Natale, infatti, le saracinesche dello storico Neuv Caval d’Brons sono ancora abbassate.

Il locale aveva chiuso nel 2016 a causa di un pesante rincaro degli affitti. Da allora, la mancanza dei suoi tavolini si avverte pesante ogni volta che si passeggia nella piazza.

I torinesi, però, non perdono la speranza, e attendono ancora pazientemente la sua rinascita.

Asja D’Arcangelo

13398

Related Articles

13398
Back to top button
Close
Close