Eventi

Il Bike Pride torna a Torino

501
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Bike Pride ritorna domenica 23 ottobre con partenza dal Parco del Valentino con un percorso di dieci chilometri aperto a tutti.

Domenica 23 ottobre torna a Torino il Bike Pride, si tratta di una parata in bicicletta aperta a tutti con un percorso di dieci chilometri che attraverserà alcuni quartieri di Torino.

L’Iniziativa è giunta all’undicesima edizione alla quale nel 2019, ultima parata, avevano partecipato tredicimila persone.

Dopo tre anni di stop per colpa del Covid quest’anno torna il Bike Pride con un percorso che partirà dal Parco del Valentino, davanti all’Imbarchino, che proseguirà in molti quartieri di Torino.

L’inizio è alle ore 14 e la fine è prevista due ore dopo. La parata del Bike Pride partirà dal Valentino per poi attraversare i quartieri di San Salvario, Vanchiglia, Crocetta ed infine Santa Rita da dove è previsto il ritorno nel parco.

Le strade attraversate dal Bike Pride che saranno temporaneamente chiuse sono: Corso Massimo d’Azeglio, Corso Cairoli, Corso Duca degli Abruzzi, Corso Regina, Corso Unione e Corso Dante

La parata su due ruote è organizzata dall’associazione di ciclisti Fiab Torino Bike Pride

La presidente dell’associazione Elisa Gallo spiega che sarà sia un momento di festa per i cittadini che un’occasione da sfruttare per richiedere interventi alla Città in tema di mobilità sostenibile.

Le proposte avanzate dal Bike Pride al Comune sono quattro, tutte in un ottica ambientalista volte a favorire una mobilità più sostenibile.

La prima proposta è l’istituzione del limite dei 30 km/h in tutta la città con eccezione per le strade ad alto scorrimento. La seconda tratta l’incentivazione alla realizzazione di nuove strade scolastiche in cui verrà vietato, temporaneamente in modo permanente, il traffico degli autoveicoli in modo da favorire il raggiungimento sicuro alle scuole che al momento a Torino sono solo dieci.

La terza iniziativa sarà l’avvio di una campagna di sensibilizzazione e di promozione volta ai torinesi a limitare l’utilizzo dell’auto. La quarta proposta riguarda l’introduzione, una volta al mese, dei weekend senza auto.

Chiara Foglietta assessora della Città di Torino ha risposto alle varie proposte affermando che verranno istituite altre zone 30 nelle strade di Torino. Alla seconda proposta ha affermato che verranno create nuove strade scolastiche ma che non potrà essere fatto davanti a tutte le scuole.

Sulla terza proposta Foglietta afferma che bisogna investire di più sulla sensibilizzazione perché non sarà un cambiamento culturale facile da fare.

La proposta sull’introduzione dei weekend senza auto sarà ridimensionata. L’assessora Foglietta in occasione ha annunciato l’avvio dei cantieri per la realizzazione di 20 km di piste ciclabili i quali lavori partiranno nelle prossime settimane da Via Lancia nel quartiere Borgo San Paolo

501

Related Articles

501
Back to top button
Close
Close