Ambiente

Inquinamento: Torino la peggiore città in Italia 2022

1514
Tempo di lettura: < 1 minuto

Sono tutt’altro che positivi i dati comunicati da Legambiente sullo stato di salute dell’aria a Torino. I dati, presenti nell’annuale dossier “Mal d’Aria 2022” analizzato lo stato dell’inquinamento dell’aria in tutta Italia. Una situazione che a livello complessivo non si può definire buona, e ad essere fanalino di coda della classifica è proprio la nostra Torino.

La condizione dell’aria in Italia infatti è la peggiore di tutta Europa: il 17% del totale delle vittime annuali nel Vecchio Continente è registrato proprio nel Bel Paese.

Torino maglia nera per l’inquinamento

I dati di Legambiente sono preoccupanti sotto tutti i punti di vista per il capoluogo piemontese. Dall’inizio dell’anno a ieri per ben 69 volte sono stati superati i limiti di Pm 10. Quest’ultimo rappresenta il dimensione del diametro aerodinamico delle particelle disperse nell’aria. Ovvero, più ve ne sono maggiori possono essere i problemi di salute per chi le respira.

La presenza delle micro particelle inquinanti a Torino è del 121% superiore a quanto ritenuto non pericolo dall’Organizzazione Mondiale della Salute. (OMS). Ma non solo. Purtroppo brutte notizie arrivano anche dalla presenza di biossido di azoto nell’aria, dove la soglia è del 250%. Se possibile ancora peggio riguarda la presenza di Pm2,5, in questo caso si arriva al 350%

Le proposte di Legambiente

L’ente a conclusione della comunicazione del dossier autunnale “Mal d’aria 2022” ha sottolineato come siano numerosi i problemi legati al trasporto a Torino. A fronte di un trasporto efficiente vi sono ancora troppi mezzi inquinanti in circolazione. Anche la metropolitana non è sufficiente, soprattutto considerato che il percorso sotterraneo a Torino è il più basso in Italia considerata la popolazione . Altro punto debole è sono i pochi autobus elettrici in circolo a Torino, solo 103 su un totale 1102 della flotta.

1514

Related Articles

1514
Back to top button
Close
Close