Ambiente

I parchi di Torino trasformati dal caldo: il verde pubblico si tinge di giallo

1143
Tempo di lettura: < 1 minuto

parchi di Torino stanno facendo i conti con un caldo senza precedenti.

Il verde pubblico sta soffrendo in maniera piuttosto evidente l’anomalo innalzamento delle temperature degli ultimi mesi. Le punte massime toccate, che spesso oscillano tra i 35 e i 40 gradi, stanno mettendo in seria difficoltà anche gli spazi pubblici, che ormai si stanno tingendo sempre di più di giallo.

Una conseguenza del tutto fisiologica, data la mancanza di piogge e altre precipitazioni, unita a un calore a tratti insopportabile. E se le conseguenze si vedono già tra i fiumi e gli altri corsi d’acqua cittadini, non può che essere lo stesso anche per alberi e prati. Basti pensare che questo caldo sta provocando talmente tanti danni da aver addirittura raddoppiato il numero di morti preventivato per l’ondata di calore (in meno di due mesi registrate oltre 130 vittime).

I parchi di Torino soffrono il caldo: la situazione nei principali spazi verdi torinesi

L’emergenza siccità sta investendo tutti i parchi torinesi. Basta farsi un giro in qualsiasi zona della città per rendersi conto della drammaticità della situazione.

Girando per il Parco della Pellerina e per il Parco del Valentino ci si rende conto di come due dei polmoni verdi di importante della nostra città siano in totale sofferenza. Le aree verdi stanno lentamente scomparendo per fare posto a quelle gialle e secche, che non soltanto rendono il paesaggio meno gradevole esteticamente del solito, ma che mostrano anche come la città stia cambiando volto in questo periodo difficile.

Lo stesso discorso si può applicare ad altre realtà come il Parco della Colletta, il Parco Dora e molti altri punti di riferimento del verde pubblico. Anche camminando per strada ci si può accorgere come il manto erboso di marciapiedi e aiuole stia assumendo un colore sempre più giallastro.

Uno scenario davvero preoccupante, per il quale però sembra difficile trovare delli soluzioni adeguate. L’auspicio è che a breve possa verificarsi qualche fenomeno meteorologico che riporti un po’ di normalità nei parchi torinesi. Una condizione un po’ ardua, in quanto le precipitazioni non sono previste ancora per diversi giorni. Inoltre, bisogna tenere conto che si va verso il mese di agosto, altro periodo cruciale che potrebbe peggiorare ulteriormente la situazione.

1143

Related Articles

1143
Back to top button
Close
Close