Articoli HPTerritorio

Torino, dopo anni di attesa i Murazzi riprendono vita

821
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ritardi, progetti mai nati e immobilismo da parte delle autorità, ma ieri qualcosa si è mosso dopo dieci anni ai Murazzi di Torino.

Un luogo storico per la città della Mole, noto soprattutto come il cuore danzante cittadino e che per via di diverse vicissitudini chiuse i battenti.

La zona infatti era diventata meta di spacciatori e facinorosi, oltre a una gestione da parte dei proprietari non irreprensibili: la Guardia di Finanza infatti negli ultimi mesi di attività aveva denunciato diverse irregolarità burocratiche, tra affitti non pagati, locali non a norma e giri di concessioni.

Per anni il Comune di Torino ha promesso una rinascita, che adesso dopo oltre due lustri sembra essere arrivata.

A Torino i Murazzi tornano a vivere dopo dieci anni: i dettagli

Ieri, Porto Urbano ha aperto i suoi spazi per il Salone Off, lanciando di fatto le attività dei Murazzi. Una ripartenza attesa da tempo, e che entro l’estate vedrà anche il ritorno della musica grazie a Giancarlo, insegna storica sotto la Mole.

A muovere i fili della rinascita sono i giovani imprenditori, soprattutto per quanto concerne il progetto EDIT, mosso da dieci imprenditori locali. Questo sodalizio permetterà la rinascita dell’ex magazzino Devalle, un bar-ristorante pronto a offrire 150 aperitivi contemporaneamente sulle rive del Po.

Saranno dei Murazzi nuovi, ma pieni di vita, cibo e cultura, con eventi organizzati per valorizzare ogni forma di arte.

Non mancherà la musica, come assicurato dal Sindaco Lo Russo sul palco dell’Eurovision. Tra le idee quelle di qualcosa di simile al vecchio Traffic.

821

Related Articles

821
Back to top button
Close
Close