Articoli HPTerritorio

Torino, la riqualificazione dei Murazzi passa dal progetto EDIT

1978
Tempo di lettura: < 1 minuto

La riqualificazione dei Murazzi di Torino porta il nome di EDIT. La famiglia Brignone, fondatrice di EDIT, insieme ad altri imprenditori come Fabrizio Bocca di Fassoneria, ha intenzione di riqualificare i Murazzi torinesi.

L’impresa di riqualificazione dei Murazzi ha avuto negli anni diversi tentativi conclusi in fallimento. Questa volta le aspettative sono alte e fondate. I Murazzi sono un luogo che per una certa generazione di torinesi è ormai un mito o un luogo sacro. L’obiettivo imprenditoriale è, però, solido e prospetta bene.

La rinascita dei Murazzi rappresenta la rinascita di Torino stessa, partendo dal suo lungo fiume, il Po. Il fiume è ormai abbandonato ai libri di storia nonostante sia il luogo simbolo della città.

Sono stati stipulati diversi accordi privati. La Famiglia Brignone si approprierà delle arcate sul lato destro dei Murazzi (ora parte dei Magazzini Devalle) e realizzerà un nuovo format.

Uno dei partner protagonisti di questi accordi sarà EDIT. Questo nuovo format ha fatto rinascere circa tre anni fa l’area ex Incet nel quartiere di Barriera di Milano. Nonostante i numerosi cambiamenti ed evoluzioni, è stato un format in grado di sopravvivere ad anni impossibili e per questo è valutato in modo ottimo.

I lavori inizieranno ad inizio gennaio, dopo aver ricevuto le ultime conferme dal Comune, e l’inaugurazione è prevista per la primavera 2022. L’ambito riguarderà la somministrazione: l’orario serale sarà protagonista.

La produzione di birre artigianali da parte di EDIT sarà una componente importante della struttura. EDIT sarà certamente affiancata ad altre realtà imprenditoriali.

EDIT per i Murazzi di Torino: le tappe del 2022

Fabrizio Bocca, fondatore della catena Fassoneria, è in prima linea per il nuovo progetto. Nelle prossime settimane saranno annunciati nuovi partner che si affiancheranno a queste due realtà.

Il rifacimento degli impianti sarà il primo obiettivo di inizio anno. Quest’ultimi dovranno essere rialzati per ovviare il problema delle piene stagionali del Po. Lo studio di architettura e design Matilde, già attivo in EDIT e Villa Crespi, si occuperà degli ambienti interni.

In totale saranno riqualificati quattrocento metri quadrati, pari quasi alla metà (cinque sulle undici complessive) delle arcate nei Magazzini Devalle. Nel frattempo, partirà il restauro conservativo dei portoni originali da parte dei proprietari delle mura.

1978

Related Articles

1978
Back to top button
Close
Close