Articoli HPEventi

Torino, Mark Zuckerberg in visita nella città della Mole

3019
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ieri Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, era in visita a Torino.

L’uomo che ha rivoluzionato il mondo dei social con Facebook ora sta lavorando a un altro ambizioso progetto: costruire la realtà dell’altrove, ovvero nel metaverso.

Nessun post o foto online aveva annunciato la visita di Zuckerberg, accompagnato dal presidente di Exor, John Elkann, dai figli e dalla moglie.

Nella mattinata il famoso turista ha visitato il Museo Egizio, grande vanto torinese secondo al mondo solo a quello del Cairo.

Tappa successiva del tour torinese, la cioccolateria Peyrano, che li ha accolti con la sua tradizione che dura ben da 107 anni.

Visita d’obbligo al laboratorio, assaggio delle tipiche praline torinesi e poi il tradizionale dono di commiato, che però questa volta ha superato la tradizione.

Se infatti un tempo si lasciava ai visitatori una selezioni di cioccolatini e bonbon, ieri il dono è stato l’ “Interoperable Hot Chocolate kit”.

Niente di meno che il necessario per ricreare la cioccolata calda Peyrano nel metaverso, secondo il concetto di “interoperabilità dei beni”.

Beni, insomma, che si possono usare sia nel mondo fisico che in quello digitale.

Mark Zuckerberg in visita a Torino: tutti i dettagli

Il kit contiene tazze e ovviamente cioccolata.

Per il mondo digitale sono stati creati sulla piattaforma Open Sea due NFT, che certifica l’unicità e la proprietà di un oggetto digitale. Pezzi da collezione quindi, a cui manca solo l’aroma.

La nuova sfida di Zuckerberg è infatti quella di capire come portare odori e aromi nel metaverso.

Per l’ora di pranzo, ristorante del Cambio, dove il fondatore di Facebook ha firmato il registro degli ospiti. Per poi pranzare con i tipici plin e insalata alla piemontese, serviti dallo chef stellato Baronetto.

Così ora, dopo Cavour, Nietzsche, Verdi, Audrey Hepburn e Maria Callas, per citarne solo alcuni, si aggiunge anche la visita di Mark Zuckerberg.

3019

Related Articles

3019
Back to top button
Close
Close