AmbienteArticoli HP

Torino, sirene morte spiaggiate in riva al Po: gli Extinction Rebellion contro la siccità

911
Tempo di lettura: < 1 minuto

A Torino sulle rive del Po gli attivisti di Extinction Rebellion hanno deciso di attuare una protesta performativa, che consisteva nel “decorare” l’area con tre sirene morte.

Si tratta di una protesta andata in scena sulle rive del fiume Po, ai Murazzi: l’intento era quello di denunciare l’emergenza climatica e l’ormai grave situazione di siccità in cui ci troviamo.

Oramai i rovesci d’acqua sono quasi del tutto assenti da due mesi, senza contare quelle scarsissime piogge delle ultime settimane, in quanto minime.

Ciò che si sta verificando attualmente in Piemonte è la siccità più grave degli ultimi 65 anni, dove possiamo vedere in maniera trasparente gli effetti della crisi climatica.

Gli Extinction Rebellion manifestano contro la siccità a Torino e in Piemonte: i dettagli

Con quest’ultima azione degli attivisti di Extinction Rebellion si cerca di ottenere risposte dalla politica. Ormai non basta più il solo buonsenso dei cittadini.

Una delle “sirene” illustra la situazione: sono oltre 60 giorni che non piove, le montagne sono aride e spoglie, la neve è assente e i fiumi sono in secca.

Ma i pericoli non si fermano qui. L’assenza di acqua porta ad aumentare il livello di rischio incendi nei boschi. Infatti, da più di un mese la Regione Piemonte ha già dichiarato lo stato di massima pericolosità per gli incendi boschivi.

Il fiume Po, in questo momento, ha un livello di piena dimezzato rispetto alle medie stagionali. Siamo a febbraio e a giudicare dal livello pare di essere nel mese di agosto.

La situazione non sembra dare segnali di miglioramento. Ora non rimane che chiederci cosa succederà tra qualche mese e da dove verrà presa l’acqua, fondamentale per l’agricoltura, settore già in difficoltà.

911

Related Articles

911
Back to top button
Close
Close