AmbienteArticoli HP

Rivoli, nasce il progetto “Boschi Liberi”: crowfunding per acquistare alberi

624
Tempo di lettura: < 1 minuto

Nasce in provincia di Torino, più precisamente a Rivoli il progetto di acquisto collettivo “Boschi Liberi”.

Sulla collina morenica di Rivoli un gruppo di associazioni e comitati ambientalisti hanno dato vita a questo progetto che permette di acquistare in maniera collettiva un bosco di castagni e prendersene cura in condivisione.

L’obiettivo di tale progetto è quello di salvare il bosco per avviare progetti di valorizzazione ambientale.

L’idea di Boschi Liberi prevede più fasi: dall’acquisto collettivo di un bosco di castagno di circa un ettaro alla gestione naturalistica del terreno con esperti naturalisti e forestali. Non mancherà il tentativo di riequilibrio del bosco preesistente, per mezzo dell’eliminazione delle specie esotiche invasive. Il progetto prevede la proposta di un modello replicabile su tutto il territorio della collina, in modo tale da poterne valorizzare l’ambiente, solitamente molto frequentato durante tutti i periodi dell’anno sia da camminatori che da ciclisti.

Boschi Liberi a Rivoli: un crowfunding per l’acquisto collettivo di alberi

L’ambiente sarà sottoposto ad un monitoraggio, con un controllo comparativo della qualità dell’aria tra:

  • Quella boschiva
  • Quella cittadina
  • Quella limitrofa alla tangenziale

Ciò che si vuole raggiungere è la restituzione e l’apertura del bosco ai cittadini, anche attraverso attività (come percorsi formativi o momenti ricreativi) proposte dalle associazioni coinvolte, tra cui ricordiamo: Pro Natura Rivoli e Torino, Legambiente Rivoli, Truc Bandiera, Rivoli Città Attiva, Fridays for Future Val Sangone e Gruppo Scout Rivoli 2. Con le proposte delle associazioni sarà finalmente possibile riscoprire l’ambiente come luogo di incontro e sperimentazione.

La raccolta fondi per comprare un bosco di castagni sulla collina morenica di Rivoli è partita all’inizio di gennaio 2022 e finisce il 13 febbraio. L’atto finale di acquisto, invece, è fissato attualmente per la fine di aprile.

Tutte le maggiori informazioni e i termini per contribuire alla campagna di crowdfunding sono presenti sui siti delle associazioni.

In Piemonte inoltre, è attivo il progetto di “Foresta Condivisa” per tutelare il Po.

624

Related Articles

624
Back to top button
Close
Close