Trasporti

Trasporti, dopo diciotto mesi tornano i treni della Torino-Ceres a Venaria

1946
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il prossimo primo febbraio Venaria vedrà finalmente tornare i treni della linea Torino-Ceres.

Una notizia che suona di liberazione per i tanti pendolari che in questo lasso di tempo hanno dovuto convivere con disagi e soluzioni alternative.

GTT, che gestisce i vettori e la linea, ha sempre attribuito all’emergenza legata alla pandemia gli ulteriori ritardi del progetto. L’annuncio di questo primo, ma non ultimo, step verso il completamento dell’opera è stato dato dal sindaco di Venaria, Fabio Giulivi.

La Torino-Ceres ripartirà da Venaria il prossimo primo febbraio: i dettagli

Il primo passo per il completamento dell’intera tratta Torino-Ceres è stato compiuto. La sosta a Venaria è uno dei punti cruciali verso l’ultimazione di un progetto che va a rilento da diversi anni, molto prima della pandemia.

Venaria così si riappropria di uno snodo fondamentale verso il capoluogo di regione e le valli di Lanzo, oltre che per l’aeroporto di Caselle. Soprattutto, le autorità confidano che questo nuovo inizio possa contribuire a fare aumentare i turisti in visita alla Reggia.

Il blocco della stazione è arrivato a dicembre 2020, per lavori di migliorie, ma la seconda ondata della pandemia ha rallentato i lavori per oltre un anno e mezzo.

Per quasi due anni i pendolari hanno utilizzato, non senza lamentele, le navette sostitutive. Un flusso di utenza stimata in 2 milioni di passeggeri all’anno.

Gli orari saranno gli stessi di diciotto mesi fa, annuncia GTT.

1946

Related Articles

1946
Back to top button
Close
Close