Articoli HPTerritorio

Torino, continua la ripresa del mercato immobiliare

1058
Tempo di lettura: 2 minuti

A Torino nel 2021 il mercato immobiliare ha dato incoraggianti segnali di ripresa, che dovrebbero essere confermati nel 2022.

I dati postivi dopo lo stop del settore a causa della pandemia sono stati confermati anche dall’Istat e dall’Agenzia delle Entrate.

 In particolare, il mercato residenziale ha beneficiato soprattutto delle misure di sostegno all’acquisto della prima casa per gli under 36.

Secondo Immobiliare.it i prezzi di vendita sono cresciuti del 2,2%: per comprare casa a Torino servono mediamente 1842 euro al metro quadro e lo stock degli ultimi 3 mesi è al 4,2%.

Un segno di ripresa della vivacità del mercato unito alla domanda che cresce del 12,5%.

Ma cosa cambia concretamente nelle varie zone di Torino?

Nel centro della città c’è richiesta per case medio-grandi oltre i 200 metri quadri con attici spazi esterni, mentre le soluzioni più piccole rallentano, acquistate spesso solo per affitti brevi.

Le più richieste sono le abitazioni con terrazzo, che è diventato fondamentale: si è anche disposti a escludere case di gran pregio se non lo possiedono.

Negli ultimi tempi poi sembra esserci una riscoperta del centro della città.

Nel quadrilatero tra corso Matteotti, corso Re Umberto, corso Vittorio Emanuele e via Ferraris sono in corso diversi interventi su immobili d’epoca per creare soluzioni di standard elevato, con anche palestra e spa.

I prezzi qui possono arrivare anche a 7000 euro al metro quadro.

A Torino continua la ripresa del mercato immobiliare: tutti i dettagli

Ci sono poi altri interventi nella sede dell’ex Italgas in via XX Settembre e nell’ex sede della Banca d’Italia, che diventerà una sede residenziale di lusso assieme alla sede di Bim, tra via Roma e via Gramsci.

Nella macroarea di Santa Rita e Mirafiori Nord i valori immobiliari crescono ben del 3,7%.

A invogliare all’acquisto sono i bassi tassi d’interesse, che permettono alla domanda di crescere.

Segna un aumento dell’1,2% anche la macroarea di Borgo Vittoria e Barriera di Milano.

Tra i quartieri a miglior andamento c’è Madonna di Campagna. I prezzi contenuti di queste zone permettono infatti l’acquisto a target più giovani, che spesso puntano ai trilocali.

I valori del metro quadro si attestano attorno ai 1700 euro nei pressi dello Juventus Stadium.

Anche la macroarea Francia-San Paolo aumenta dello 0,4% assieme alle quotazioni immobiliari a Cit Turin. I più gettonati sono i tagli grandi, oltre i 120 metri quadri, per cui c’è molta richiesta ma bassa offerta.

Infine, cresce dello 0,2% l’area Nizza-Lingotto-Mirafiori Sud, che sarà una di quelle maggiormente interessate dalla riqualificazione grazie al grattacielo della Regione.

Anche l’arrivo della metropolitana ha contribuito alla crescita del mercato: in questa zona, infatti, si spende tra i 50 e i 60 mila euro.

E sempre qui sono in corso interventi importanti per nuove costruzioni di classe A, a prezzi medi di 2600/2700 euro al metro quadro.

1058

Related Articles

1058
Back to top button
Close
Close