Economia

Territorio, il comprensorio di Sestriere venduto a un fondo inglese

3975
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Piemonte cede un’altra delle sue proprietà all’estero, a un fondo inglese per l’esattezza: Icon Infrastructure acquisisce il comprensorio di Sestriere.

Questa notizia arriva a pochissimi giorni da quella dell’acquisizione da parte di un altro gruppo inglese della palazzina dove venne girato il film “Profondo Rosso”.

Giovanni Brasso e Alessandro Perron Cabus detenevano la proprietà del Comprensorio Sciistico del Sestriere. I due imprenditori avevano acquisito il tratto di terra dalla famiglia Agnelli nel 2006, anno delle Olimpiadi Invernali di Torino, per una cifra attorno ai 30 milioni di euro.

Adesso, malgrado la situazione difficile per il comparto turistico con problemi come disdette e green pass obbligatorio, una nuova proprietà cercherà di rilanciare una delle valli olimpiche.

Un fondo inglese acquista il comprensorio sciistico del Sestriere: i dettagli

Icon Infrastructure, fondo britannico  di private equity, ha acquistato il comprensorio della Via Lattea per una cifra che oscilla tra i 100 e i 110 milioni di euro.

Una scelta coraggiosa, ma che vuole portare un modello nuovo di business in Italia, come avviene negli Stati Uniti d’america.

Infatti la società inglese vuole prendere possesso del pacchetto di controllo di Sestrieres Spa, società che gestisce le piste di Sestriere. Un progetto ambizioso, e che nessuno aveva mai compiuto.

L’ambizione del gruppo inglese, però, potrebbe spingersi oltre, col tentativo di acquisire l’intero comparto turistico, come alberghi e rifugi.

Icon Infrastructure vuole replicare il modello di grandi centri del turismo americano, come Calgary o Vail. Il futuro delle valli olimpiche, parlerà così inglese.

3975

Related Articles

3975
Back to top button
Close
Close