Articoli HP

A Torino nasce Palazzo Contemporaneo: residenze di lusso nell’ex centro congressi

1459
Tempo di lettura: 2 minuti

Il progetto Palazzo Contemporaneo porterà nuove residenze di lusso nel mercato degli immobili della città di Torino.

Le storiche famiglie piemontesi impegnate nel settore dell’immobiliare si incontrano con una società di private equity londinese per ridare vita all’ex centro congressi della Regione. Lo spirito ottimista verso il futuro e uno sguardo internazionale sono i concetti chiave con i quali partirà questa nuova operazione immobiliare.

A raccontare di questo nuovo progetto è Andrea Tessitore, l’amministratore delegato di Crea.Re Group. La sua società si occupa di investimenti in operazioni di trading, sviluppo e riposizionamento immobiliare, la quale si focalizza su operazioni residenziali e commerciali sull’asse Torino-Milano.

La collaborazione fra Crea.Re Group e Zetland Capital, la società londinese, ha dato vita a “Gran Torino”, un fondo di investimento alternativo immobiliare di tipo chiuso. FinintvInvestiments Sgr gestisce il fondo e, tramite questo, che ha acquistato il palazzo di corso Stati Uniti 21-23 che attende una riqualificazione completa.

L’immobile verrà interamente ricostruito e diventerà il “Palazzo Contemporaneo”, ossia una nuova costruzione residenziale. Dopo la demolizione dello storico palazzo degli anni ’70, ci sarà una riedificazione completa.

Il fondo “Gran Torino” ha l’obiettivo di investire nelle principali città del Nord Italia. Il centro città di Torino avrà un nuovo sviluppo dopo tanti anni grazie all’acquisto dell’ex centro congressi. Il fondo ha già compiuto un’altra operazione di questo calibro acquisendo, a giorno 2021, il palazzo Gran Torino in via Roma. In totale le due operazioni rappresentano un investimento di 100 milioni di euro.

La nascita del nuovo Palazzo Contemporaneo a Torino: i dettagli

La demolizione dell’attuale edificio e la costruzione del “Palazzo Contemporaneo” saranno opera di Primula Costruzioni, general contractor leader delle nuove costruzioni. I lavori di progettazione, invece, saranno affidati allo studio di architettura e design dell’architetto torinese Fabio Fantolino. Tecma Solutions, società leader in soluzioni tecnologiche e marketing strategico per il mercato delle nuove costruzioni, supporterà il broker immobiliare sarà Immogroup.

K&L Gates e Gianni & Origoni sono stati i consulenti legali degli acquirenti. Belvedere Inzaghi & Partners ha assistito la parte venditrice, ossia Generali Real Estate SGR. Infine, Intesa San Paolo – attraverso Banca dei Territori – ha finanziato l’operazione completa.

Il progetto verrà presentato sul mercato sulla base dei criteri Esg (Environmental, Social and Corporate Governance) e sarà un progetto green, rispettoso dell’ambiente. Soprattutto, però, sarà dotato di caratteristiche necessarie emerse durante la pandemia come ampi balconi, terrazzi e servizi condivisi. L’intervento di riqualificazione dovrebbe concludersi nel 2024. Zetland opera maggiormente nel settore immobiliare e la collaborazione con Crea.Re Group rende entusiasta la compagnia poiché coniuga la loro esperienza con i migliori partner locali.

1459

Related Articles

1459
Back to top button
Close
Close