Articoli HP

Torino, nuovi divieti anti-inquinamento: fermi quasi un milione di veicoli

1834
Tempo di lettura: 2 minuti

Fino a giovedì vietata la circolazione nel torinese per i veicoli euro 3, 4, 5

A partire da questa settimana saranno attivati nuovi divieti contro l’inquinamento in tutta la zona di Torino.

Con l’aumento dei livelli di inquinamento nelle ultime settimane, a partire da oggi, entreranno in vigore fino a giovedì le misure di emergenza anti-smog.

Come conseguenza, rimarranno fermi quasi 900mila veicoli in 33 comuni di tutta la provincia.

Ieri l’Arpa di Torino aveva registrato livelli di inquinamento da luce arancione per la prima volta.

Si è stimato che nei prossimi tre giorni, le polveri sottili Pm10 andranno a superare il valore di 50 microgrammi per metro cubo.

Pertanto, sulla base dei protocolli della Regione, si attiveranno da subito le nuove restrizioni.

Oggi e domani sarà proibita la circolazione di veicoli diesel e benzina euro 0, 1 e 2 insieme ai gpl e metano euro 0 e 1 per tutto il giorno, stessa misura per i motocicli euro 0 e 1.

Le auto diesel euro 3, 4 e 5 dovranno invece fermarsi dalle 8 alle 19, così come i veicoli commerciali euro 3 e 4 a gasolio.

si dovranno fermare allo stesso tempo ance i mezzi dotati del Move-in, la scatola nera voluta dalla Regione mesi fa.

Misure anche per limitare l’inquinamento degli impianti di riscaldamento di Torino

Sempre a partire da oggi, scatterà anche il divieto di tenere i riscaldamenti oltre i 18 gradi negli edifici pubblici e privati, fatta eccezione per le strutture mediche e sanitarie.

Vietate anche stufe e camini a legna che non rispettano le norme della classe 5 stelle, così come anche fuochi e roghi all’aperto.

Le limitazioni per contrastare l’inquinamento saranno valide in 32 comuni, oltre che a Torino:

  • Alpignano
  • Baldissero
  • Beinasco
  • Borgaro
  • Cambiano
  • Candiolo
  • Carignano
  • Caselle
  • Chieri
  • Collegno
  • Druento
  • Grugliasco
  • La Loggia
  • Leinì
  • Mappano
  • Moncalieri
  • Nichelino
  • Orbassano
  • Pecetto
  • Pianezza
  • Pino
  • Piobesi
  • Piosasco
  • Rivalta
  • Rivoli
  • San Mauro
  • Santena
  • Settimo
  • Trofarello
  • Venaria
  • Vinovo
  • Volpiano

In questa occasione, sarà la prima la rima volta che i divieti scatteranno in base alle previsioni dei giorni successivi, invece che dopo il superamento effettivo della soglia.

Se l’inquinamento non dovesse migliorare, l’Arpa potrà inoltre decidere di prolungare i blocchi, temendo un peggioramento della situazione fino al semaforo rosso, che indica livelli di inquinamento ancora più alti (75 microgrammi al metro cubo).

In fin dei conti, l’incendio di Beinasco non ha fatto altro che peggiorare la situazione, rilasciando veleni tossici nell’aria e saturando i livelli di smog.

Lo scoro anno, infatti, le limitazioni erano entrate in vigore lunedì 16 novembre, a inizio gennaio e infine nella seconda metà di novembre; complice anche la siccità dell’autunno 2020.

Per la fine del 2021, le piogge hanno in qualche modo evitato una situazione simile, ma l’inquinamento di Torino continua a non migliorare.

1834

Related Articles

1834
Back to top button
Close
Close