AnimaliArticoli HP

Torino, il problema del sovraffollamento al canile di Grugliasco

3740
Tempo di lettura: < 1 minuto

Da qualche tempo sembra esserci un problema di sovraffollamento al canile di Grugliasco.

Problema che impedisce il corretto svolgimento del servizio di recupero. Quando infatti si trova un cane randagio per strada, la prassi è semplice.

Bisogna contattare i vigili, in modo che questi attivino il servizio di recupero da parte nel canile. In questo caso, la struttura di Grugliasco.

Un servizio che però a quanto pare non viene sempre garantito.

I volontari e le associazioni denunciano come il canile non venga a ritirare i cani. La causa sarebbe la mancanza di posti.

Qualche giorno fa delle ragazze hanno atteso per ore e ore in piazza Rebaudengo, dove avevano trovato un cane abbandonato. Attesa vana, visto che poi non è comunque arrivato nessuno.

Dal canile rispondono che non ci sono più posti disponibili.

Ma chi si prende un appalto deve essere in grado di garantire il servizio 24 ore su 24. Altrimenti si commette un’interruzione di pubblico servizio.

Da circa un anno, infatti, la gestione del canile sanitario e del rifugio è svolta dal dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università di Torino.

Mentre prima però il recupero avveniva subito, ora sembra esserci qualche intoppo.

Il problema del sovraffollamento al canile ritarda anche tutte le altre procedure. Non solo il recupero dei cani randagi, ma anche le catture su ordine di sequestro per maltrattamenti in famiglia.

Senza contare come un cane randagio in libertà rappresenti un pericolo. Potrebbe infatti causare incidenti o mordere chi gli si avvicina.

Il problema del sovraffollamento al canile di Grugliasco: i dettagli

La procedura di recupero prevede la ricerca del proprietario quando il cane entra nella struttura sanitaria.

Se non si trova viene trasferito nel canile rifugio di Grugliasco e inserito nel percorso di adozione. Questo dopo che ha trascorso dieci giorni di sorveglianza sanitaria.

Fortunatamente adesso dall’Ufficio Tutela Animali del Comune, che gestisce il canile, arrivano buone notizie.

Le postazioni disponibili al canile di Grugliasco sono 14 e quelle occupate ora sono 8. Il numero previsto in appalto sarebbe quindi sufficiente.

Eppure, la situazione descritta dai volontari è ben diversa.

L’Ufficio Tutela Animali ha allora precisato che in effetti c’è stato qualche disguido per il ritiro a causa di un temporaneo sovraffollamento.

Ora però la situazione sembra essere risolta. Anzi, sembra siano anche state adottate nuove soluzioni per fronteggiare le future situazioni di emergenza.

3740

Related Articles

3740
Back to top button
Close
Close