Articoli HP

Torino, nuovi fondi per lanciare la metro 2: comune e governo in trattativa

1100
Tempo di lettura: 2 minuti

La legge di bilancio 2022 potrebbe portare a Torino i finanziamenti necessari per trasporti e metropolitana

A pochi giorni di distanza dai ballottaggi, il neo-sindaco di Torino Stefano Lo Russo è già al lavoro per far partire i lavori della nuova metro 2.

Ma mentre nel capoluogo piemontese si attende, a Roma è in corso un braccio di ferro tra il governo e il ministero dei trasporti che potrebbe portare al Comune i fondi necessari per completare la nuova linea.

L’amministrazione dovrà solo giocare bene le sue carte e sperare in un’alleanza tra i gruppi della maggioranza per far arrivare le risorse necessarie al trasporto rapido nelle grandi città.

Parliamo di una partita che vale circa 5 miliardi di euro, dei quali 2 miliardi finirebbero proprio a Torino per finanziare la nuova linea della metro.

Le risorse arriveranno dai fondi non utilizzati del ministero e per i quali si accenderà la disputa in Parlamento.

Il sindaco Stefano Lo Russo, da buon ex-assessore ai trasporti, aveva già definito come la mobilità cittadina fosse uno dei temi centrali del suo nuovo mandato.

Adesso, però, si spera di vincere la partita nella Camera dei deputati, trovando un’intesa con le altre grandi città italiane.

All’orizzonte il nuovo piano per i trasporti e la metro 2 di Torino

L’idea è quella di costruire a Torino un nuovo sistema efficiente e interconnesso dei trasporti, che punti sulla sostenibilità ambientale ed economica a partire proprio dalla nuova linea della metro 2.

Il Sindaco sembra avere le idee ben chiare su quali sarebbero i bisogni e le criticità del sistema dei trasporti torinese e per questo motivo una vittoria a Roma rappresenterebbe un buon punto di partenza per la sua amministrazione.

Del resto, Torino è forse una delle grandi città del Nord Italia che più necessita di questi finanziamenti statali.

Sebbene i cittadini preferiscano ancora l’automobile al trasporto pubblico, la rete più utilizzata per i collegamenti con il capoluogo rimane comunque su rotaie.

L’Italia nel 2021 conta circa 20,3 chilometri per milione di abitanti di rete di tram e metropolitane, un dato ampiamente al di sotto della media europea.

Specialmente per quanto riguarda l’area di Torino che al momento presenta numeri da città del Meridione.

Con la legge di bilancio del 2020, l’amministrazione Appendino riuscì a garantirsi 828 milioni di euro per realizzare la metro 2 sul tratto Rebaudengo-Politecnico.

Tuttavia, l’opera richiederà all’incirca 2 miliardi di euro per inserire le spese di un deposito e per la manutenzione mezzi.

Soldi che potrebbero arrivare anche dal fondo nazionale per i trasporti, ma non senza un accordo tra le forze di maggioranza.

1100

Related Articles

1100
Back to top button
Close
Close