Articoli HPEventiTerritorio

Torino, annullato il corteo del Pride 2021: si studia una soluzione statica

3740
Tempo di lettura: < 1 minuto

Nel mese in cui a Torino ripartiranno gli eventi, una delle rassegne più attese vedrà per il momento un ridimensionamento: infatti è stato annullato il corteo del Pride 2021.

La Città della Mole aveva battuto la concorrenza di Lisbona lo scorso ottobre, aggiudicandosi uno degli eventi sui diritti umani più importanti.

Malgrado le rassicurazioni dei giorni scorsi, l’evento ha subito un brutto stop per le norme anti Covid, e il tempo adesso stringe in attesa di una scelta definitiva.

Annullato il corteo del Pride 2021 a Torino: i dettagli

Dopo una lunga candidatura, Torino aveva ottenuto l’organizzazione del Pride 2021, dopo l’anno sabbatico del 2020.

Rendersi casa del maggiore evento per la tutela dei diritti delle comunità LGBTQ+ era un grande passo per la nostra nazione.

Una settimana fa era arrivata la rassicurazione da parte degli organizzatori sullo svolgimento della manifestazione. Tuttavia in queste ore l’associazione Torino Pride ha ricevuto lo stop da parte della prefettura della Città della Mole.

Claudio Palomba, prefetto torinese, non ha firmato il piano della rassegna sulle norme anti contagio da Covid 19.

Questa disposizione ha di fatto annullato il corteo in programma il 18 settembre, con partenza da corso Principe Eugenio alle ore 16.

Associazioni sui diritti umani e prefettura sono in dialogo costante per trovare una soluzione per non annullare l’evento.

Torino Pride e la prefettura stanno studiando un piano di fattibilità di una soluzione statica in una piazza cittadina, con ingressi limitati e possibilità di mantenere un distanziamento interpersonale di almeno un metro.

La decisione definitiva verrà presa in comune accordo domani, ma la possibilità che l’evento venga definitivamente cancellato è concreta.

Quest’anno la manifestazione avrebbe supportato inoltre il comitato italiano sull’eutanasia.

Dopo l’annullamento dello scorso anno, quando il Pride si tenne in versione online, una seconda cancellazione sarebbe una beffa per i sostenitori delle persone, gay, lesbiche e transgender,

3740

Related Articles

3740
Back to top button
Close
Close