Articoli HPTechTerritorio

Torino, ipotesi fabbrica Intel nella Città della Mole

2136
Tempo di lettura: < 1 minuto

Torino vuole essere sempre più protagonista nel panorama produttivo italiano, e si prepara alla candidatura per ospitare la fabbrica di Intel.

Il colosso statunitense della produzione di microchip e di micro conduttori è pronto a sbarcare nel nostro paese, e sta cercando un sito produttivo.

Il ministro dello sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, è pronto ad accogliere una delegazione piemontese per discutere del futuro produttivo della regione.

La Città della Mole da tempo sta sviluppando supporti di alta tecnologia, come dimostra il progetto di aerei con decollo verticale di Manta Aircraft.

Accogliere il polo produttivo a stelle e strisce è una delle priorità, soprattutto per l’impatto che la fabbrica porterebbe in regione.

Intel potrebbe sbarcare in Italia: Torino si candida

I vertici regionali associazioni di categoria e sindacati stanno creando una delegazione per presentarsi davanti al Ministro Giorgetti per discutere quattro dossier.

I piani della discussione sono quattro:

  • Automotive
  • Aerospazio
  • Intelligenza artificiale
  • Idrogeno

Lo scopo del dialogo è capite come si possono agganciare gli investimenti governativi verso il Piemonte, come ad esempio fondi come il PNNR.

L’intento è quello di provare a dirottare verso Torino i grandi piani di produzione a livello nazionale.

Tra i progetti che interessano la delegazione c’è sicuramente il prossimo arrivo in Italia del polo produttivo Intel.

L’azienda tecnologica californiana, con sede a Santa Clara, ha avviato i contatti con il Governo italiano per una fabbrica nel nostro paese.

Infatti l’AD Intel, Pat Gelsinger, ha incontrato alcuni rappresentati governativi europei, tra cui quelli del Belpaese. Qualora l’azienda della Silicon Valley dovesse optare per la soluzione nostrana, Torino sarebbe tra le maggiori indiziate a ospitare la fase produttiva di microchip e componenti di conduzione.

La delegazione sarà formata non oltre martedì, e la mediazione potrebbe essere condotta dal governatore regionale Cirio, che ha già incontrato la delegazione governativa nazionale assieme alla sindaca di Torino Chiara Appendino, nei giorni scorsi.

2136

Related Articles

2136
Back to top button
Close
Close