Articoli HPSanità

Nato il primo bimbo della Ginecologia dell’ospedale Martini, riaperta dopo il Covid

535
Tempo di lettura: < 1 minuto

È nato il primo bambino della Ginecologia dell’ospedale Martini, dopo mesi di chiusura del reparto dedicato alle nascite.

Il piccolo, a cui è stato dato il nome “Tommaso”, è il primo bimbo che ha visto la luce nel rinnovato punto dedicato alle nascite. Quest’area era stata chiusa in maniera provvisoria, per adattare la struttura ospedaliera alla situazione di emergenza portata dal Covid. Lo scoppio della pandemia ha costretto numerosi ospedali a convertire interi reparti per affrontare un contesto disperato come quello della pandemia.

In questo senso, ha giocato un ruolo fondamentale la rapida diffusione del virus, che ha portato nelle corsie degli ospedali migliaia di pazienti affetti da questa nuova patologia.

Con questa riapertura e la nascita del piccolo si apre uno spiraglio di ritorno alla normalità. Una notizia, quella della nascita di una nuova vita, che mancava da mesi al Martini, e che restituisce all’ospedale le sue originali funzioni, dopo un periodo in cui ha dovuto arrangiare le proprie risorse per una situazione anomala.

La Ginecologia dell’ospedale Martini e le novità di questo periodo

Questo bel bambino di appena 3 kg di peso è il primo esempio di ritorno alla normale routine per interi reparti dell’ospedale.

Il Martini, dopo essersi convertito in Covid Hospital, ha saputo riportare al centro dell’attenzione le sue priorità interne, come il restauro di alcuni ambienti interni. Per questo, nei mesi di lavoro sono state realizzate diversi interventi di modifica e di ampliamento dei servizi, che rientrano tra le opere più importanti tra le novità apportate.

Nello specifico, l’intero Reparto di Ginecologia e Ostetricia ha vissuto una fase di profondi cambiamenti. Oltre alla climatizzazione, sono state ricavate otto camere, una sala per il travaglio, una sala parto a Basso Rischio Ostetrico e due sale per i parti tradizionali. È stata inoltre allestita una sala operatoria per i parti cesarei e, all’interno del Punto Nascita, sono state installate quattro incubatrici, tutte in una sola stanza. Infine, c’è stato il tempo di portare a compimento i lavori per le sale visita per i neonati e per le aree specifiche per l’allattamento e la puericultura neonatale.

Insomma, tante grandi novità, che hanno regalato alla Ginecologia dell’ospedale Martini un aspetto e degli strumenti rinnovati e all’avanguardia.

535

Related Articles

535
Back to top button
Close
Close