Articoli HPTerritorio

Stellantis mette in vendita gli uffici di Agnelli ed Elkann: sul mercato la sede di via Nizza

11115
Tempo di lettura: < 1 minuto

Stellantis mette in vendita gli uffici di Giovanni Agnelli e di John Elkann.

Il neonato gruppo sta attuando una vera e propria rivoluzione, non soltanto dal punto di vista delle produzioni industriali. I collegamenti con il passato, e più nello specifico con il capoluogo piemontese, si stanno facendo più sottili, tanto da portare la nuova formazione automobilistica a rivedere i suoi piani anche al di fuori del contesto del mercato dell’automotive.

Per questa ragione, Stellantis ha scelto di tagliare alcuni legami con il passato, come testimonia la scelta di vendere la palazzina di via Nizza 250. Questo complesso fu la sede dell’ufficio di Giovanni Agnelli, il quale ci si trasferì nel 1997, dopo una lunga permanenza in corso Marconi.

La scelta di andare a Lingotto fu dettata dalla volontà di tornare alle origini, dove il nonno aveva dato vita, sul finire degli anni Venti, a un enorme complesso di uffici di produzioni.

La palazzina negli ultimi anni

Dopo Giovanni Agnelli, fu John Elkann a stabilirsi a Lingotto. La sua permanenza fu prolungata, fino all’inizio del 2019, quando decise di trasferirsi in via Giacosa, altro punto di riferimento storico di FIAT.

Ora questi uffici vengono messi sul mercato, con Stellantis che ha già dato mandato a diversi soggetti di intermediazione immobiliare internazionale per trovare il miglior offerente. Nella cessione dell’immobile verrà anche tenuto conto del miglior progetto che sarà presentato sia agli intermediatori, sia al gruppo.

Nei prossimi mesi ci saranno maggiori sviluppi e si capirà il destino di uno dei simboli più importanti della rinascita della Torino industriale del secolo scorso.

Stellantis si appresta dunque a privarsi di quelli che furono gli uffici di Agnelli ed Elkann, riducendo ulteriormente l’animo torinese, di un gruppo che ormai è sempre più internazionale. Le ultime radici degne di nota rimangono gli stabilimenti di Mirafiori e Grugliasco, baluardi delle produzioni industriali livello locale.

(Foto tratta da Museo Torino)

11115

Related Articles

11115
Back to top button
Close
Close