AnimaliArticoli HP

Le zanzare a Torino combattute con l’aglio liquido nei giardini

3740
Tempo di lettura: < 1 minuto

Le zanzare a Torino saranno combattute con l’aglio.

Si tratta di una grande novità, portata avanti dalla Ipla di Pino Torinese. Gli esperti impegnati in questa iniziativa hanno affermato che ormai le tecniche tradizionali, come l’utilizzo dell’Autan, non sono sufficienti a contrastare le zanzare per questa stagione estiva.

Questo perché, con il forte vento e l’umidità, tantissime zanzare si sono spostate in città. Si tratta di zanzare migranti, in grado di percorrere fino a 50 chilometri grazie alle proprie capacità e a fattori esterni.

Per questo, oltre alle zanzare comuni e alle zanzare tigre, sono giunte nel capoluogo piemontese delle specie anche più pericolose, come le Caspios. Queste provengono dalle risaie e da ambienti particolarmente favorevoli per la loro proliferazione.

Qui in città, soprattutto nelle zone di periferia e nelle aree vicino al fiume Po, i problemi sono maggiori. Sono sempre numerosissime le segnalazioni che provengono dai cittadini per l’eccessiva presenza di zanzare. I residenti segnalano i focolai, che vengono prontamente attaccati e debellati.

I dettagli del progetto: come saranno combattute le zanzare a Torino con l’aglio

Per questi disagi, Ipla ha iniziato a sperimentare una nuova contromossa. A Pino Torinese si sta pensando all’utilizzo dell’aglio liquido nei parchi e nei giardini, per uccidere le zanzare e per ridurre al massimo la loro riproduzione.

Il progetto viene sostenuto dal Comune di Torino e dalla Regione Piemonte, che finanziano l’attività con un investimento da 40mila euro a testa, solo relativamente a Torino e alla sua area metropolitana. Per le altre province, la Regione ha stanziato una somma di un milione e mezzo di euro, da dividere tra i Comuni che ne fanno richiesta.

Una task force contro le zanzare, che si spera possa avere gli effetti desiderati.

3740

Related Articles

3740
Back to top button
Close
Close