Articoli HPTerritorio

Torino, al Campus universitario di Grugliasco al via i lavori per la Città della Scienza

1247
Tempo di lettura: < 1 minuto

L’Università di Torino continua a crescere, e al campus universitario di Grugliasco è stata posata la prima pietra della Città della Scienza e dell’Ambiente.

Gli atenei cittadini, malgrado la pandemia hanno registrato una crescita delle iscrizioni che ha toccato il 9% degli immatricolati, molti fuori sede.

UniTo non ferma i propri piani di crescita, e la Città della Scienza e dell’ambiente e un ulteriore passo verso la crescita dell’ateneo. Una crescita certificata dall’ingresso nella top 500 tra le migliori università al mondo, la prima italiana.

Al Campus dell’Università di Torino a Grugliasco posata la prima pietra della Città della Scienza e dell’Ambiente: i dettagli

Il Campus di Grugliasco è pronto ad abbracciare uno dei progetti più avveniristici dell’ateneo: La Città della Scienza e dell’Ambiente.

Il Gruppo Intesa San Paolo si farà carico di tutto l’onere, una spesa stimata da oltre 160 milioni di euro in tre anni, che vedranno impiegati circa 350 lavoratori.

La nuova area conterà novantamila metri quadri, e sarà in grado ospitare diecimila studenti e mille docenti.

Il Campus assorbirà al suo interno alcune facoltà, tra cui Chimica, Scienza della Vita e Biologia dei Sistemi.

Regione Piemonte, Comune di Grugliasco, Università di Torino, Città Metropolitana e Politecnico di Torino hanno collaborato alla creazione di questo grande progetto.

I responsabili del progetto sottolineano l’unicità di questo progetto, che risponderà alle migliori ricerche nazionali e internazionali.

Il Campus vedrà un ulteriore passo verso la digitalizzazione senza tralasciare gli spazi verdi, vitali per dare riposo alle menti del futuro e non solo.

La prima pietra è stata posata ieri alla presenza della Sindaca di Torino, Chiara Appendino, il sindaco di Grugliasco, Roberto Montà e Teresio Testa in rappresentanza del Gruppo Intesa San Paolo.

I responsabili del progetto hanno stimato che il taglio del nastro avverrà non oltre il 2024.

1247

Related Articles

1247
Back to top button
Close
Close