Articoli HPTerritorio

È ancora crisi per gli albergatori torinesi

470
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il periodo di emergenza sanitaria che abbiamo vissuto a causa della pandemia di Covid-19 ha segnato profondamente il mondo lavorativo. Oltre ai servizi di ristorazione, culturali e dei traporti un settore che ha risentito della crisi è quello alberghiero. È infatti tutt’ora viva la crisi degli albergatori torinesi 2020.

Riguardo alla crisi degli albergatori torinesi 2020 si è espresso recentemente il Presidente di Fedaralberghi Torino, Fabio Borio, in occasione dell’assemblea annuale dell’associazione. Le sue parole sono state le seguenti: “Veniamo da un lunghissimo periodo, peraltro non ancora terminato, che ha segnato l’anno zero per il comparto turistico-ricettivo torinese dopo un decennio di crescita lenta ma costante che aveva portato a identificare Torino come una destinazione turistica. Occorre ricostruire e ripartire il più in fretta possibile”.

La crisi degli albergatori torinesi 2020 ha registrato dei numeri  mai registrati prima. Il settore turistico torinese a causa della pandemia ha infatti perso il 70% del fatturato, il quale equivale a 280 milioni di euro persi. Inoltre, si è verificato un calo nel tasso di occupazione delle camere. Si parla del 60% in meno rispetto al 2019.

Il 2021 per il settore alberghiero non è iniziato nel migliore dei modi.

La crisi degli albergatori torinesi 2020 si è estesa fino ai primi mesi del 2021. Tra gennaio e maggio a causa della scarsa occupazione delle camere negli alberghi e B&B torinesi, la città ha ottenuto 250 mila presente in meno rispetto al 2020.

Nonostante l’arrivo della bella stagione la crisi degli albergatori torinesi 2020 non sembra arrestarsi. Gli albergatori sono preoccupati: l’estate e la rimozione delle limitazioni potrebbero non bastare a salvare l’anno. Torino nel periodo estivo vive da sempre un calo delle presenze, peggiorato dal pesante calo dei convegni e degli eventi in presenza che hanno ripreso solo da poco, leggermente meglio invece la tendenza in montagna.

Un segnale di ripresa da questa crisi degli albergatori 2020 potrebbe vedersi nei mesi autunnali. Fiducia in alcune manifestazione che avranno inizio in autunno e che potranno portare un po’ di turismo nella città.

Gli eventi in questione sono: le Nitto Atp Finals, il torneo professionistico di tennis che potrebbe accogliere un pubblico internazionale. Il Salone del libro conosciuto in tutta Italia e punto di forza di Torino da anni. Artissima, la Fiera Internazionale di Arte Contemporanea e il Torino Film Festival.

A. S.

470

Related Articles

470
Back to top button
Close
Close