Articoli HPTerritorio

Dopo 60 anni cambiano le cassette postali a Torino: arrivano quelle digitali

3918
Tempo di lettura: < 1 minuto

Le cassette postali a Torino cambiano dopo sessant’anni.

Dal 1961 a oggi, le caselle di raccolta della posta hanno avuto sempre la stessa conformazione. Nel corso dei decenni ci sono state appena alcune modifiche estetiche, ma in linea di massima, i tratti di questi raccoglitori sono rimasti quasi invariati.

Le cassette rosse saranno mandate in pensione gradualmente, per essere sostituite da installazioni con caratteristiche molto diverse. Avranno in dotazione funzioni digitali e saranno dunque più al passo con i tempi, per poter portare un po’ di modernità anche nel sistema di raccolta della posta.

Le caratteristiche delle nuove cassette postali a Torino

Le nuove cassette postali a Torino e in tutta Italia continueranno a mantenere invariato il colore rosso acceso che le contraddistingue da decenni. Un tratto da sottolineare, che conserverà il legame tra passato e futuro attraverso il lato estetico.

Per ciò che concerne l’aspetto pratico, le cassette saranno provviste di uno schermo ad e-ink. Con i propri sensori, i contenitori segnaleranno anche quanta corrispondenza viene raccolta e se l’interno sia pieno o meno. Un sistema più affidabile per rendere più efficiente la raccolta della posta.

Con le proprie novità, le cassette si riveleranno più utili per l’utenza grazie alla loro capacità di fornire informazioni a chi le utilizza. Saranno anche in grado di fornire dati sulla temperatura ambientale, sulle condizioni meteorologiche, sull’umidità, sulla concentrazione di polveri sottili. Innovazioni che si riveleranno utili anche per il Comune di Torino, che potrà recepire i dati per le sue rilevazioni. 

Torino le prime installazioni trovano posto in via Alfieri 10, presso la posta centrale. Presto si provvederà anche alla disposizione di questi elementi in piazza Lagrange 24, in via Carlo Alberto 30, in via Santa Teresa 28 e in Via San Francesco d’Assisi 15. Saranno quattordici in totale su tutto il territorio cittadino, nella fase iniziale.

Una volta finita la sperimentazione, le cassette in città diventeranno 500, su un complessivo di 4mila di tutto il Piemonte e di 40mila in tutta Italia.

(Foto tratta da www.genova24.it)

3918

Related Articles

3918
Back to top button
Close
Close