Articoli HPTerritorio

Festa di San Giovanni a Torino: in palinsesto meno tecnologia e più cultura

2391
Tempo di lettura: < 1 minuto

A Torino, malgrado la pandemia, c’è voglia di vivere la festa di San Giovanni nel miglior modo possibile, e il comune studia il palinsesto della notte tra il 23 e il 24 giugno.

L’ultima celebrazione del santo patrono sotto la guida della sindaca Chiara Appendino si prospetta più sobria rispetto alle ultime edizioni, mettendo al centro la cultura.

Il piano comunale prevede che gli eventi siano distribuiti nei punti strategici della città, evitando gli assembramenti per la tutela al virus.

Malgrado l’incertezza per i nuovi DPCM, il comune ha scelto di giocare d’anticipo per permettere ai cittadini di vivere la sentita festa in totale sicurezza.

I dettagli della festa di San Giovanni a Torino

L’organizzazione della festa patronale è passata dalle mani dell’assessorato all’innovazione a quello della cultura.

Sarà proprio la cultura il centro della festa, con musei aperti anche di notte, ed eventi dislocati nelle principali arterie della città. La giunta comunale potrebbe anche sfruttare il verde dei giardini sabaudi, come già programmato dai curatori dei poli museali, per creare eventi all’aria aperta.

Il Comune di Torino, a differenza dello scorso anno vuole riportare la gente in strada per far godere a tutti dell’attesa e sentita festività. Infatti nell’edizione 2020 gli eventi furono trasmessi interamente in streaming.

Le autorità vogliono sfruttare gli eventi già in programma dal palinsesto dell’estate torinese per far vivere ai cittadini la festa in strada. Una scelta motivata dalla fiducia per il calo della curva dei contagi al Covid e l’aumento delle vaccinazioni.

Tuttavia tra le mura di palazzo di città si studia anche il Piano B, qualora il governo non dovesse allentare la morsa sulle restrizioni. Tuttavia l’assessorato alla cultura ha avviato un bando per la fornitura di allestimenti per promuovere gli eventi cittadini del 2021.

Seppur i curatori della festa non vogliano rinunciare alla tecnologia, lo spettacolo coi droni dovrebbe essere annullato. Al centro degli eventi ci saranno manifestazioni culturali, come ribadito dagli assessori cittadini.

2391

Related Articles

2391
Back to top button
Close
Close