Articoli HPCinema

A Torino niente cinema all’aperto quest’anno: in estate addio all’iniziativa

2484
Tempo di lettura: 2 minuti

A Torino addio al cinema all’aperto: quest’estate non saranno allestite le apposite arene

Torino quest’anno non saranno allestiti cinema all’aperto.

La nostra città non allestirà le apposite arene, che utilizzava durante la scorsa estate per la proposizione di pellicole in ambienti aperti. È questa la decisione dell’amministrazione comunale e delle associazioni coinvolte, che non intendono riproporre uno dei punti cardine del progetto Torino a cielo aperto.

Eppure i cinema all’aperto erano stati una delle iniziative di maggior successo nell’estate 2020. Una valida alternativa per ritornare a vedere un film in pubblico, nonostante tutte le restrizioni per l’emergenza sanitaria.

L’obiettivo di questa rinuncia è quello di incentivare il pubblico a tornare al cinema e al teatro tradizionale. Questo sempre nella speranza che queste strutture riaprano in vista della stagione estiva, sulla quale si ripongono grandi speranze per la ripartenza della città a livello economico.

In questo modo non si sottrae una bella porzione di potenziali utenti a tutte quelle attività che si sono trovate a fare i conti con le difficoltà determinate dalla pandemia. Basti pensare che sia le grandi catene che i cinema a conduzione personale hanno ridotto gli incassi quasi del 100% da un anno all’altro. Un impatto terribile sulle ricadute economiche per questo settore, che è stato danneggiato al pari di turismo e ristorazione. Un durissimo colpo dal quale sarà difficile riprendersi, in quanto c’è chi ha già deciso di non riaprire anche al termine della pandemia.

A Torino niente cinema all'aperto quest'anno: in estate addio all'iniziativa

Le altre attività in programma

Il budget che sarà messo a disposizione dagli enti pubblici per le associazioni e le organizzazioni che realizzeranno attività sarà dunque più concentrato.

Gli appuntamenti che saranno organizzati nel corso dei prossimi mesi dovranno essere concordati entro il prossimo 23 aprile.

Entro questa data dovranno essere presentati i progetti, che saranno poi approvati e che beneficeranno di un budget dai 20 mila ai 70mila, a seconda nel calendario eventi che viene proposto.

Va da sé che tutte le manifestazioni saranno strutturate e portate avanti nel massimo rispetto delle normative imposte per il contenimento della diffusione del Coronavirus. Sicuramente si dovrà procedere con l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza, come la mascherina, gli ingressi scaglionati e le partecipazioni limitate.

Insomma non resta che attendere le prossime settimane per scoprire tutte le novità degli eventi dell’estate torinese.

2484

Related Articles

2484
Back to top button
Close
Close