Articoli HPUrbanistica

Arrivano quattro nuovi semafori Vista Red a Torino: ecco dove saranno installati

13718
Tempo di lettura: 2 minuti

Arrivano quattro nuovi semafori Vista Red a Torino: a breve i dispositivi entreranno in funzione, altri tre in arrivo a fine anno

I nuovi semafori Vista Red Torino stanno per entrare in funzione.

Questo progetto, che è partito poco più di un anno fa, con le prime operazioni di montaggio a dicembre 2019, sta proseguendo e presto arriverà alla conclusione. In diversi altri punti della città si assisterà alla comparsa di questi particolari apparecchi, che sono già in fase di installazione e di test. I nuovi sematori, lo ricordiamo, avranno il compito di scattare foto alle auto in transito che passano con il semaforo rosso e che superano la linea d’arresto.

Gli interventi attualmente in programma saranno terminati entro il mese di marzo, ma probabilmente l’attivazione vera e propria avverrà ad aprile, quando sarà già stata effettuata la prova del funzionamento e il rodaggio.

In questi mesi, entro la primavera, sanno attivi i controlli agli incroci tra 

  • piazza Pitagora e corso Orbassano
  • corso Turati, corso Unione Sovietica
  • corso Bramante, corso Vittorio Emanuele II corso Vinzaglio  
  • corso Siracusa e via Tirreno.

I lavori si concluderanno entro la fine del 2021, quando, agli undici semafori in servizio, si andranno ad aggiungere altre tre apparecchiature, tutte posizionate in punti strategici, dove le infrazioni sono all’ordine del giorno. Saranno dunque quattordici gli incroci sorvegliati.

I avrebbero già dovuto essere in funzione da qualche mese, se fosse stato rispettato alla lettera il programma preventivato. A incidere sui ritardi ha contribuito la pandemia, che ha costretto a rivedere i termini di conclusione più in là col tempo, per rinviarli alla fine di quest’anno.

I dati dei semafori Vista Red a Torino

Il piano di investimenti messo in atto dal Comune di Torino ammonta, in totale, a 400mila euro. Un esborso di cui l’amministrazione comunale sta già rientrando, se si pensa che i verbali staccati ogni mese oscillano tra le 10mila e le 15mila unità. Il 90% di questi è però dovuto al superamento della linea d’arresto, mentre si sono ridotti drasticamente i passaggi con il rosso, vero obiettivo del Comune, che ha così ridimensionato il numero di incidenti.

Gli incroci che hanno permesso l’erogazione di queste sanzioni sono stati quelli di 

  • corso Potenza-corso Lecce-corso Regina
  • corso Peschiera-corso Trapani
  • corso Novara-corso Vercelli
  • corso Lecce e corso Appio Claudio
  • via Pianezza e corso Potenza
  • corso Agnelli e corso Tazzoli
  • corso Corsica e corso Giambone

Nel momento in cui si aggiungeranno gli altri, si prevede un aumento ulteriore del gettito, per ovvie ragioni.

Le multe, come precisato in precedenza, sono piuttosto salate. Si dovranno pagare 41 euro in orario diurno e 54 euro di notte in caso di superamento della linea di arresto, mentre il passaggio con il rosso viene sanzionato con una multa da 163 euro di giorno, che sale a 200 euro di notte. Vengono inoltre scalati 6 punti dalla patente, con raddoppio a 12 punti se a commettere l’infrazione è un automobilista neopatentato.

13718

Related Articles

13718
Back to top button
Close
Close