Articoli HPCronaca di Torino

A Natale adotta un animale a distanza

1062
Tempo di lettura: 2 minuti

Numerose sono le iniziative solidali che permettono l’adozione di un animale a distanza in Piemonte e nella provincia di Torino

L’adozione a distanza permette di regalare un futuro migliore agli animali dei rifugi della provincia di Torino, che in passato sono stati vittime di sevizie o sono stati abbandonati.

Il lavoro delle associazioni viene sostenuto interamente dalle donazioni.

Le quali permettono di far fronte alle spese per il mantenimento di gatti, cani, cavalli e molti altri animali.

In particolare, presso la fondazione Onlus “Il Rifugio degli Asinelli” di Sala Biellese, è possibile, da come si apprende dal nome, adottare una asinello a distanza.

Attraverso una donazione di 2 euro al mese si potrà assicurare il sostentamento degli asinelli della fondazione.

Si riceverà inoltre, il certificato di adozione dell’animale, oltre a un calendario della fondazione e a un foto dell’animale.

Presso il Rifugio degli asinelli è possibile adottare, per esempio, Galileo, oppure la golosa mula, Ombra, di soli 6 mesi.

Ma anche Marco, il primo asino che ha trovato casa all’interno del rifugio.

Il quale venne abbandonato dal proprietario perché ibrido tra una cavalla e un mulo.

Ciò nonostante, una simile iniziativa è presente anche alla Fondazione “Vivi gli animali” di Collegno.

Formata nel 2010, con il compito di salvare a aiutare tutti gli animali in difficoltà.

Parliamo di fatto di mucche, pecore, conigli, papere e ovviamente cani e gatti.

Sempre contribuendo con una quota mensile o annuale sarà possibile aiutare animali come Dodo.

Un bue abbandonato in mezzo alla strada e accolto dalla fondazione nel 2013.

Oppure, il maialino vietnamita Pippo, la mascotte del rifugio che è possibile andare a trovare in via Possasso nel comune di Collegno.

Ma non solo.

Anche quest’anno, l’Enpa di Via Germagnano mette a disposizione un set di tazze, quaderni, portachiavi e molti altri gadget con le foto degli animali del canile.

Invece, l’associazione “le Sfigatte” propone, oltre alle adozioni, delle nuove mascherine con le foto dei gatti stampate sopra.

Come anche magliette, borse e tanti altri oggetti.

L’adozione a distanza contribuisce a rendere migliori le vite degli animali in difficoltà del Piemonte e della provincia di Torino.

Che si tratti di cani, gatti o altri animali, che in passato hanno subito le angherie dei padroni.

Proprio in quest’ottica, anche Il rifugio Bau di Alpignano lancia nuove iniziative solidali.

Il canile offre l’opportunità di adottare direttamente un cane della fondazione.

Ma dato che si tratta di una procedura comunque complicata, l’associazione garantisce un servizio di controllo dell’affido.

In modo da verificare che la famiglia adottiva sia adeguata all’adozione e alle caratteristiche del cane.

1062

Related Articles

1062
Back to top button
Close
Close