Storia

103 anni fa nasceva Gianni Rodari, il piemontese che ha incantato generazioni

5637
Tempo di lettura: 2 minuti

Scrittore e pedagogista della fantasia.

Il 23 ottobre di più di cento anni fa nasceva Gianni Rodari. Non solo il più grande autore italiano nel campo della letteratura per l’infanzia (almeno con riferimento al Novecento). Ma pure un esponente di primo piano dell’intera letteratura del dopoguerra nel nostro Paese, anche per i suoi continui esperimenti linguistici, attraverso però una forma semplice, chiara anche quando trattava tematiche più impegnate.

Gianni Rodari con bambini
100 anni fa nasceva Gianni Rodari, il piemontese che ha incantato generazioni

Un talento indiscusso

Nato il 23 ottobre 1920 a Omegna, cittadina che si affaccia sul Lago d’Orta, nell’attuale provincia di Verbano-Cusio-Ossola, il piccolo Rodari rimase in Piemonte fino al 1929. Poi si trasferì in un paese in provincia di Varese sulle sponde del Lago Maggiore.

Dopo aver conseguito il diploma magistrale, nel 1938 fece il precettore presso una famiglia di ebrei tedeschi fuggiti dalla Germania. L’anno successivo si iscrisse alla facoltà di lingue dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, abbandonando però i corsi dopo pochi esami. Nel frattempo iniziò ad insegnare in diversi paesi della provincia di Varese.

La morte improvvisa, giunta nel 1980 quando Rodari aveva 59 anni, ha messo fine all’attività di un originale e prolifico genio letterario, il più grande tra gli scrittori specializzati in quella che poi è stata riconosciuta quale “letteratura per ragazzi, genere che Rodari ha elevato allo stesso rango di altri generi forse ben più quotati.

Un talento indiscusso celebrato negli anni successivi dall’intitolazione di scuole, parchi giochi, biblioteche, ludoteche e luoghi dove al centro vi è la formazione dei più piccoli. Quei piccoli ai quali Rodari ha dedicato grandi storie.

Gianni Rodari
Gianni Rodari piemontese che ha incantato generazioni

Educare alla fantasia tra fiabe, racconti e filastrocche

Cento anni fa nasceva Gianni Rodari. Scrittore, pedagogista, giornalista, poeta e partigiano.

In sessant’anni di vita è diventato lo scrittore italiano più amato dai ragazzi, strepitoso inventore di favole e filastrocche per bambini, autore di quella “Grammatica della fantasia” che resterà un faro per la scrittura dedicata ai più giovani.

La “Grammatica della fantasia” è considerato un saggio di grande valore pedagogico per il suo contributo in direzione di una valorizzazione della creatività. Rappresenta l’unico libro di Rodari indirizzato non ai bambini, ma agli insegnanti, ai genitori e a coloro che hanno a che fare con i più piccoli.

francobollo 100 anni gianni rodari
100 anni fa nasceva Gianni Rodari, il piemontese che ha incantato generazioni

Peraltro, nelle opere di Gianni Rodari emergono temi come il bisogno di laicismo all’interno della scuola, l’importante impronta antifascista, gli ideali pacifisti nonché la centralità dell’espressione del bambino.

Molto particolari le cosiddette “fiabe a rovescio”. Ad esempio, a proposito della celebre favola di Esopo sulla cicala e la formica, Rodari ne contesta il valore simbolico. E arriva a dire: “se una società basata sul mito della produttività (e sulla realtà del profitto) ha bisogno di uomini a metà (…) vuol dire che è fatta male e che bisogna cambiarla. Per cambiarla, occorrono uomini creativi, che sappiano usare la loro immaginazione”.

5637

Related Articles

5637
Back to top button
Close