Articoli HPEventi

Torino è Buonissima: alla Mole cinque chef superstar

1201
Tempo di lettura: 2 minuti

Arriva a Torino la prima edizione di Buonissima tra cibo, arte e bellezza in una location insolita.

L’autunno della città sabauda si arricchisce di un evento unico e straordinario che lancia Torino nel circuito delle destinazioni gastronomiche internazionali.

Un palinsesto d’iniziative per promuovere le eccellenze sabaude a livello internazionale e che toccherà il suo punto più alto la sera del 30 ottobre. Una cena-spettacolo stellare, con cinque tra gli chef più famosi al mondo. La location è uno dei luoghi più iconici di Torino, la sala del Tempio del Museo nazionale del Cinema.

L’idea nasce da un cuoco e due giornalisti supportati da imprenditori privati legati al territorio come Lavazza ed Eataly e istituzioni. Sono infatti Matteo Baronetto, chef Michelin del Ristorante Del Cambio, Luca Iaccarino e Stefano Cavallito gli ideatori di Buonissima.

Sarà la festa della gastronomia e della creatività nei luoghi simbolo della città, nell’anno di Torino Città del Cinema e nel centenario della nascita di Federico Fellini. Per questo il luogo deputato ad accogliere l’evento centrale della manifestazione sarà quella Mole Antonelliana che da anni ospita uno dei più suggestivi musei del cinema del mondo.

Ma il calendario del 2020 segna solo il traguardo di un’edizione zero pronta a replicare e moltiplicarsi nell’autunno 2021.

museo del cinema torino
Torino è Buonissima: alla Mole cinque chef superstar

Circo Fellini: la cena stellata

Per la prima edizione di Buonissima a Torino al Museo del cinema, via le poltrone rosse per far posto ai grandi chef.

Nella sala del Tempio, tra gli spettacoli orchestrati da Arturo Brachetti che curerà la regia teatrale, andrà in scena una cena con i piatti di cinque grandi chef: Ana Roš, Albert Adrià, Norbert Niederkofler e Mauro Uliassi. 

I 120 fortunati potranno godere di un menu straordinario:

  • antipasto cucinato da Matteo Baronetto, chef del Cambio, una stella Michelin;
  • primo piatto di Mauro Uliassi, tristellato nel suo meraviglioso e omonimo ristorante di Senigallia;
  • i due secondi preparati da Norbert Niederkofler, altro tre stelle con il suo Sant’Hubertus in Alta Badia e da Ana Ros, la migliore chef donna del mondo, proprietaria di Hisa Franko, ristorante bistellato di Caporetto in Slovenia;
  • per finire Ferran Adrià che riproporrà uno dei piatti simbolo del suo leggendario ristorante “El Bulli” dedicandolo al gourmet e fotografo di cibo torinese Bob Noto, scomparso due anni fa;
  • il dessert preparato dal fratello Albert Adrià.

Il tutto con il contorno dello spettacolo dedicato a Federico Fellini e con la musica della ” marching band felliniana ” i torinesi Bandakadabra.

buonissima torino
Torino è Buonissima: alla Mole cinque chef superstar

Buonissima Off

Il “Circo Fellini” è però solo il clou del festival del gusto, più ampio, di Buonissima a Torino.

E infatti la città ospiterà anche un ciclo di appuntamenti Buonissima Off, con le cene a più mani organizzate in diversi ristoranti di Torino. Giovedì 29 ottobre cinque cene, cinque ristoranti, dodici cuochi: prenotazioni a partire dal 10 ottobre.

Il Villaggio Buonissima ospite di Combo a Porta Palazzo per tutta la giornata del 30. Infine i tour enogastronomici nelle Langhe, nella giornata di domenica 31 ottobre.

L’obiettivo di una serata tanto pirotecnica? “Fare in modo che giornalisti e turisti internazionali si accorgano della bellezza di Torino. Noi daremo loro un buon motivo gastronomico per arrivare in città, la città mille ragioni per innamorarsene”, spiegano gli organizzatori.

Un evento gastronomico che, per come è congegnata (chissà cosa si inventa Brachetti) Buonissima a Torino ha tutte le carte in regola per provare a segnare una nuova strada.

Tutte le info su www.buonissimatorino.it.

1201

Related Articles

1201
Back to top button
Close
Close