Articoli HPEventiLibri

Salone del Libro di Torino 2020, le novità

2152
Tempo di lettura: 2 minuti

Quello dell’8 dicembre sarà un Salone Del Libro di Torino 2020 con modalità mista, i cui eventi in presenza saranno alternati a quelli in via telematica.

Martedì 22 settembre, le Istituzioni e gli organizzatori della manifestazione si riuniranno per dibattere degli aspetti editoriali e commerciali di questa nuova edizione. Per ora, quel che è certo, è che il Salone del Libro di Torino 2020 non sarà solo uno, ma ben due. I Due Saloni si svolgeranno contemporaneamente durante il ponte dell’Immacolata, e saranno divisi in: un Salone “Fisso”, che sarà l’anima dell’evento, e un Salone “Esteso” che riguarderà tutta la provincia.

torre di libri
Salone del Libro di Torino 2020, le novità

Salone del Libro, la sede del Salone Fisso

Se per ospitare l’importante buchmesse torinese nel 2019 si è pensato al Lingotto Fiere, per l’edizione Salone del Libro di Torino 2020 la location sembra ancora incerta.

Per il Salone Fisso, che accoglierà grandi, piccoli e medi editori e, quasi sicuramente, il consorzio dei librai torinesi ‘colti’, la location resta un’incognita.

E’ però confermato che nè il Pala Alpitour, nè le Ogr saranno le sedi dell’evento.

Se da un lato i numerosi accordi con l’impianto torinese non sono arrivati a un dunque, dall’altro lato le Officine Grandi Riparazioni ospiteranno già, nelle medesime date, la mostra dell’artista statunitense Trevor Paglen.

Il Salone fisso sarà, in ogni caso, il cuore pulsante dell’evento. Qui si potrà: acquistare libri, scoprire le novità letterarie e incontrare gli editori.

libri
Salone del Libro di Torino 2020, le novità

Il Salone Esteso

Mentre per il Salone Fisso il luogo di svolgimento resta un problema, per il Salone Esteso sembra invece molto chiaro. Le librerie del territorio saranno le location chiave. I librai ospiteranno scrittori, poeti, e fumettisti nei loro locali. Questa idea è nata dopo la riuscitissima collaborazione con gli stessi a SalTo Extra. In questa occasione le librerie erano a tutti gli effetti la casa fisica del Salone Internazionale del Libro di maggio.

Le scuole

Oltre agli aspetti logistici, editoriali e commerciali, gli organizzatori dell’evento, stanno dibattendo sul tema delle scuole.

Purtoppo, per la situazione creata dal Covid-19, è possibile che il Salone del Libro di Torino 2020 si privi dei giovanissimi. Si sta discutendo infatti in questi giorni, se la fiera dovrà fare a meno degli studenti delle scuole elementari, medie e superiori. Nonostante la presenza fisica alla kermesse sia in dubbio, non tutto è perduto. Gli stessi studenti potranno comunque decidere di seguire gli eventi per via telematica.

2152

Related Articles

2152
Back to top button
Close
Close