AnimaliArticoli HPCronaca di Torino

Torino Labrador rapito sotto riscatto

1035
Tempo di lettura: 2 minuti

Il cane è in salvo, arrestati i due malviventi

Torino Labrador rapito nei giardinetti tra via Lega e corso Giulio Cesare.

La storia di Cioccolato – questo il nome del cane – ha un lieto fine. Il padrone lo ha perso di vista durante una passeggiata e mentre lo cercava un conoscente gli ha raccontato di averlo visto portar via da due individui di origine nordafricana.

Poco dopo l’uomo ha ricevuto una telefonata in cui uno dei due ladri con tono minaccioso chiedeva un riscatto per la restituzione del cane. A questo punto gli agenti delle pattuglie Pegaso che già erano state allertate dall’uomo sconvolto, si sono organizzati per essere presenti sul luogo dell’incontro sotto il ponte di Corso Giulio Cesare.

Giunti sul posto hanno subito notato il cane che abbaiava e si dimenava per scappare ma era tenuto al guinzaglio da uno dei due malviventi. Una volta raggiunti dai motociclisi della Pegaso i due ladri di 25 e 30 anni sono stati arrestati e dovranno rispondere di furto con estorsione.

cane al parco
Torino Labrador rapito sotto riscatto

Torino Labrador rapito, non è il primo caso in città

Cioccolato è tornato scodinzolante tra le braccia del suo padrone. La sua storia è simile a quella di altri cagnolini che hanno rischiato di essere rapiti in città nell’ultimo periodo.

In un paio di casi segnalati al parco della Pellerina si sono conclusi in maniera positiva perchè i padroni si sono accorti dei malviventi ed hanno prontamente richiamato i loro cani.

Di solito in queste circostanze i rapitori chiedono un riscatto di alcune centinaia di euro, per cui sia necessario un semplice prelievo al bancomat. Così l’estorsione si conclude in fretta ed i padroni hanno poco tempo per rivolgersi alle forze dell’ordine.

Il padrone di Cioccolato ha però fermato gli agenti sotto il temporale che imperversava quel giorno e chiesto subito aiuto.

I malviventi scelgono spesso cani di taglia media o piccola, non addestrati alla difesa come potrebbero essere i Pitbull o i pastori tedeschi. Anche per ridurre questi misfatti la polizia ha intensificato i controlli e la sorveglianza in parchi e giardini pubblici.

Ilaria Di Pinto

1035

Related Articles

1035
Back to top button
Close
Close