Articoli HPEnogastronomia

Migliori vini Piemonte 2020: la classifica del Gambero Rosso

949
Tempo di lettura: < 1 minuto

Le 74 etichette della regione premiate con i Tre Bicchieri

Migliori vini Piemonte 2020, ecco le eccellenze nella classifica del Gambero Rosso.

Rosso, bianco o bollicine? Facile trovarsi indecisi su cosa scegliere ma per non sbagliare, basta affidarsi alla Guida Vini d’Italia 2020.

Son ben 74 le etichette piemontesi premiate quest’anno, a conferma dell’altissima qualità in quella che risulta una dellemaggiori vocazioni della regione.

Il Nebbiolo, domina indiscusso la classifica con 46 etichette di cui 26 Barolo, 13 Barbaresco, 3 Roero e 4 rossi dell’Alto Piemonte. Un risultato così soddisfacente è sicuramente merito delle ultime ottime annate, unite ad una cura sempre più meitcolosa dei vitigni

Immancabile la presenza imponente del Monferrato. Dal lato occidentale con uve Barbera che non deludono le aspettative e da quello orientale con la rinascita del Grignolino, un vino longevo un tempo molto amato dai nobili.

bollicine
Migliori vini Piemonte 2020: la classifica del Gambero Rosso

Migliori vini Piemonte 2020: la rivalsa delle bollicine

Anche i bianchi cominciano ad avere successo al di là dei confini nazionali, guadagnando ottime posizioni.

Sono infatti 8 i bianchi secchi premiati in questa edizione. Si va dall’Erbaluce della zona di Caluso e Ivrea fino all’Arneis del Roero. Si passa poi per il Cortese di Gavi al confine con la Liguria ed il Timorasso di Tortona nella provincia di Alessandria. Senza dimenticare il famoso moscato bianco che resta invidiato in tutto il mondo, nonostante il difficile 2018 dal punto di vista meteorologico.

Per quanto riguarda le bollicine, in classifica sale la produzione dell’Alta Langache soprattutto negli ultimi anni sta trasformando in una denominazione di grande qualità.

New entry nella classifica migliori vini Piemonte 2020 le cantine Garesio, Fortemasso, Ada Nada, Cascina elle Rose e Platinetti.

Il Piemonte si riconferma un’eccellenza dunque per la varietà dei suoi vitigni e per la storia degli stessi che ormai scavalca le frontiere.

Ilaria Di Pinto

949

Related Articles

949
Back to top button
Close
Close