Articoli HPTerritorio

Pista ciclabile Torino: arriverà fino al Lingotto

3179
Tempo di lettura: 2 minuti

Pista ciclabile Torino: è stato approvato il progetto che prevede il prolungamento fino al Lingotto.

La mobilità dolce si fa sempre più importante soprattutto dopo il lockdown dovuto all’emergenza sanitaria.

I progetti messi in campo del comune a riguardo sono diversi: dalle “zone 30” ai lavori di nuove piste ciclabili a Torino.

Proprio su quest’ultimo tema è stato approvato dalla Giunta Comunale il piano che prevede il prolungamento della pista ciclabile bidirezionale fino alla zona Lingotto.

Via Nizza è da tempo al centro di progetti di modifica della viabilità integrando quella dolce. Lo scorso anno è stata infatti resa ciclabile il tratto fino a piazza Carducci, anche se con qualche problema.

via nizza
Pista ciclabile Torino: arriverà fino al Lingotto

Il progetto

Il nuovo tratto collegherà, quindi, piazza Carducci e via Biglieri, proprio in zona Lingotto Fiere.

Si tratta di un prolungamento della pista ciclabile di circa 1 chilometro e sarà più o meno parallela a via Nizza.

Servirà una zona cruciale della città di Torino. Infatti metterà in collegamento università, gli ospedali, il centro fiere del Lingotto, il grattacielo della Regione e la futura Città della Salute. Quest’ultima andrà progressivamente a sostituire gli ospedali Molinette, Cto, Sant’Anna e Regina Margherita.

Questo tratto è stato identificato come direttrice 4 del progetto Biciplan. Un progetto che si va ad integrarsi con il completamento della Metro 1.

La nuova pista ciclabile di Torino prevede ovviamente anche adeguamenti all’attuale segnaletica verticale, orizzontale e impianti semaforici.

Inoltre è previsto l’inserimento di nuovi percorsi tattili per gli ipovedenti in prossimità degli attraversamenti pedonali. Ed, eventualmente, modifica anche degli scivoli.

Sono previsti anche stalli per biciclette in luoghi non idonei al parcheggio di auto.

Il costo previsto per la nuova pista ciclabile di Torino è di circa 300mila euro e sarà a carico della società Eataly Real Estate Srl. I lavori dovrebbero concludersi entro la fine del mese di settembre.

La nuova pista si inserisce in un contesto più ampio di viabilità dolce. Infatti, a Porta Nuova, dovrebbe aprire una ciclostazione, ossia un luogo protetto dove poter lasciare la propria bici.

3179

Related Articles

3179
Back to top button
Close
Close