Home Articoli HP Pista ciclabile di via Nizza, il cantiere terminerà entro fine anno

Pista ciclabile di via Nizza, il cantiere terminerà entro fine anno

Pista ciclabile di via Nizza, il cantiere terminerà entro fine anno
Pista ciclabile di via Nizza, il cantiere terminerà entro fine anno
Tempo di lettura: 1 minuto

La pista ciclabile di via Nizza verrà completata entro fine dicembre a causa dei lavori di Iren per il teleriscaldamento tra corso Dante e corso Marconi

Nella giornata di domenica 22 settembre è stato inaugurato un nuovo tratto della pista ciclabile di via Nizza tra piazza De Amicis piazza Carducci.
Pista ciclabile di via Nizza, il cantiere terminerà entro fine anno
Pista ciclabile di via Nizza, il cantiere terminerà entro fine anno
La festa organizzata dai negozianti del quartiere per l’inaugurazione, però, si è trasformata in una specie di prova generale dello sbarco del noleggio dei monopattiniTorino.
Infatti, a fine settembre il Comune lancerà il bando per la sperimentazione a tutte le dodici società interessate che operano nel settore del noleggio degli scooter elettrici.
Nel corso della festa, Palazzo Civico ha messo a disposizione dei cittadini ben dieci monopattini elettrici appartenenti a sei diverse società.
Gli avventori hanno avuto la possibilità di provare i nuovi mezzi sul tratto di pista ciclabile in piazza De Amicis.
L’associazione dei commercianti e la Circoscrizione sono soddisfatte della riqualificazione del quartiere, ma alcune problematiche sono ancora da risolvere.
Il primo problema riguarda le tempistiche del cantiere nel tratto compreso tra corso Marconi e corso Dante.
Infatti, i lavori di Iren per il teleriscaldamento, che si sono sovrapposti in questi mesi, termineranno a fine dicembre e, di conseguenza, sarà completa anche la pista.
La seconda questione, invece, riguarda la viabilità e il restringimento della carreggiata.
Il presidente della Circoscrizione Otto Davide Ricca propone di introdurre il senso unico su via Nizza esteso nel senso inverso, riqualificando la strada, su via Madama Cristina.
L’assessora comunale ai Trasporti e alla Viabilità Maria Lapietra, però, ha confermato il suo parere contrario alla proposta.
Inoltre, il presidente dell’associazione di via chiede il disco orario sull’asse di via Nizza per favorire la rotazione dei parcheggi e compensare la perdita dei 140 posti auto.
Al termine dei lavori, i negozianti richiederanno che la via sia riconosciuta come centro commerciale naturale.
Dunque, gli amanti delle due ruote potranno percorrere l’intera pista ciclabile di via Nizza da fine anno.
Correlato:  Gasprin apre a Torino: la terza gelateria sorge in centro