Home Articoli HP Sapevate che le reliquie di San Valentino sono custodite a Torino?

Sapevate che le reliquie di San Valentino sono custodite a Torino?

Reliquie San Valentino
Sapevate che le reliquie di San Valentino sono custodite a Torino?
Tempo di lettura: 2 minuti

Sapevate che c’è una chiesa, sulla collina di Torino, che ospita le reliquie di San Valentino?

Si trova in strada Comunale San Vito-Revigliasco, al civico 216 – da cui si gode di uno splendido panorama sulla città. Originaria dell’undicesimo secolo, e successivamente ricostruita all’inizio del Seicento, la chiesa è dedicata ai santi Vito, Modesto e Crescenzia.

Proprio qui sarebbero conservate le reliquie di San Valentino. Si tratta del vero patrono degli innamorati? Beh, non si sa con certezza. Anche perché negli Acta Sanctorum della Chiesa cattolica i santi di nome Valentino sono ben diciotto.

Ma una cosa è certa: secondo alcuni documenti del XVIII secolo, c’è stato un tempo in cui, nella zona collinare torinese, si praticava un culto dedicato proprio a San Valentino.

Chiesa di San Vito a Torino, dove sono custodite le reliquie di San Valentino
Sapevate che le reliquie di San Valentino sono custodite a Torino? – La chiesa di San Vito

La tradizione vuole che un ricco banchiere della parrocchia di San Vito, un certo Giovanni Agostino De Bernardi, abbia acquistato le spoglie di San Valentino direttamente da Roma, dove vennero rinvenute. Le trasportò a Torino, conservandole nella sua fastosa dimora in collina, finché non trovarono posto in una cappella ai bordi del Po.

Sopravvissute miracolosamente a un’esondazione del fiume, le reliquie del Santo vennero poi spostate in un’altra cappella nei pressi del parco che in seguito porterà il suo nome: il parco del Valentino. Infine, nel 1769 le reliquie di San Valentino ebbero definitiva collocazione nella chiesa parrocchiale di San Vito, sulla collina di Torino. Lo leggiamo in un documento sottoscritto dall’arcivescovo di Torino, Francesco Luserna Rorengo, che proprio in quell’anno autorizzò la venerazione del Santo.

Sarà lui il patrono degli innamorati celebrato il 14 febbraio? O si tratta del sacerdote romano di nome Valentino martirizzato nel 268 d.C.? Oppure ancora del vescovo Valentino di Terni, deceduto 5 anni più tardi? La disputa la lasciamo agli studiosi.

In ogni caso, ci piace pensare che il padrino degli innamorati dall’alto della collina torinese offra la sua protezione ai suoi cittadini.

Veduta panoramica su Torino al tramonto dalla collina dove sorge la chiesa in cui sono custodite le relique di San Valentino
Sapevate che le reliquie di San Valentino sono custodite a Torino? – Il panorama sulla città di Torino dalla Chiesa di San Vito