Urbanistica

Pronti a Torino i semafori Vista Red: comparsi i cartelli segnalatori

44813
Tempo di lettura: 2 minuti

Arrivano a Torino i semafori Vista Red: negli incroci coinvolti compaiono i cartelli segnalatori

Stanno per diventare finalmente operativi a Torino i semafori Vista Red.

Dopo il momentaneo stop al progetto, con la dimissioni del comandante dei Vigili (poi ritirate), il Comune riprende la sua battaglia ai furbetti della strada.

Si tratta del debutto in città di questi nuovi dispositivi, che avranno la funzione di visionare e segnalare tutti coloro che transitano con il semaforo rosso. Una novità che ha già riscosso molto successo in altre città, dovrà ridurre gli incidenti grazie alle multe salate erogate ai trasgressori. Un modo per incentivare al rispetto delle regole.

Pronti a Torino i semafori Vista Red: comparsi i cartelli segnalatori
Pronti a Torino i semafori Vista Red: comparsi i cartelli segnalatori

Nei primi incroci interessati da questa novità hanno fatto la loro comparsa I cartelli che segnalano la presenza dei dispositivi di controllo.

Dettagli del progetto

Iren si è occupata del bando e dell’installazione degli occhi elettronici. La gara per l’acquisto delle apparecchiature necessarie è andata alla Engine, che si è già occupata dell’installazione degli autovelox su corso Regina Margherita.

La società 5T ha fornito il supporto nella fase di progettazione, mentre Iren si occupa della realizzazione delle telecamere.

I punti di installazione e le multe

Gli incroci che il Comune ha deciso di monitorare con i rilevatori di infrazioni ai semafori sono tredici. L’esperimento sarà avviato con tre intersezioni: corso Potenza-corso Lecce-corso Regina, corso Peschiera-corso Trapani e corso Novara-corso Vercelli.

Le telecamere saranno presto installate anche in corso Unione Sovietica all’angolo con piazzale San Gabriele di Gorizia, all’angolo tra corso Peschiera e corso Trapani, all’incrocio di corso Siracusa con via Tirreno, corso Vittorio Emanuele II angolo corso Castelfidardo, corso Novara con corso Vercelli, corso Lecce con corso Appio Claudio, via Pianezza angolo corso Potenza, corso Vittorio Emanuele II con corso Vinzaglio, piazza Pitagora, corso Turati angolo corso Rosselli.

La selezione è stata appositamente effettuata in base al numero di infrazioni e di incidenti registrati. Si parla quindi di punti altamente e notoriamente a rischio. Gli incroci che inizialmente adotteranno questa novità rappresentano gli apripista di questo nuovo sistema e saranno utili per valutare gli aspetti tecnici. Dopodiché si entrerà nella seconda fase, in cui saranno piazzati altri 14 apparecchi in 11 punti.

Il costo complessivo per l’installazione di tutti i sistemi sarà di 400mila euro. L’amministrazione comunale punta ad avere pronto il nuovo sistema entro la fine dell’anno in modo da iniziare il 2020 con i nuovi semafori Vista Red attivi.

Per quanto riguarda i costi delle multe, si dovranno pagare 41 euro di giorno e 54 euro di notte in caso di superamento della linea di arresto. In caso di passaggio con il rosso, la multa sarà di 163 euro di giorno e di 200 euro di notte. Saranno inoltre scalati 6 punti dalla patente, con raddoppio a 12 punti in caso di automobilista neopatentato.

Tag
44813

Related Articles

44813
Back to top button
Close
Close