Home Articoli HP Debuttano a Torino i semafori Vista Red: ecco le infrazioni punite e...

Debuttano a Torino i semafori Vista Red: ecco le infrazioni punite e i costi delle multe

Debuttano a Torino i semafori Vista Red: ecco le infrazioni punite e i costi delle multe
Debuttano a Torino i semafori Vista Red: ecco le infrazioni punite e i costi delle multe
Tempo di lettura: 2 minuti

Arrivano a Torino i semafori Vista Red: saranno numerose le infrazioni punite, sanzioni pesanti per i trasgressori

 

Sono finalmente operativi a Torino i semafori Vista Red.

Si tratta del debutto in città di questi nuovi dispositivi, che avranno la funzione di visionare e segnalare tutti coloro che transitano con il semaforo rosso. Una novità che ha già riscosso molto successo in altre città, dovrà ridurre gli incidenti grazie alle multe salate erogate ai trasgressori. Un modo per incentivare al rispetto delle regole.

adv
Loading...

Iren si è occupata del bando e dell’installazione degli occhi elettronici. La gara per l’acquisto delle apparecchiature necessarie è andata alla Engine, che si è già occupata dell’installazione degli autovelox su corso Regina Margherita.

Debuttano a Torino i semafori Vista Red: ecco le infrazioni punite e i costi delle multe
Debuttano a Torino i semafori Vista Red: ecco le infrazioni punite e i costi delle multe

La società 5T ha dato il supporto nella fase di progettazione, mentre Iren si occupa della realizzazione delle telecamere.

I punti di installazione e le multe

 

Gli incroci che il Comune ha deciso di monitorare con i rilevatori di infrazioni ai semafori sono tredici. L’esperimento sarà avviato con tre intersezioni: corso Potenza-corso Lecce-corso Regina, corso Peschiera-corso Trapani e corso Novara-corso Vercelli.

Le telecamere saranno presto installate anche in corso Unione Sovietica all’angolo con piazzale San Gabriele di Gorizia, all’angolo tra corso Peschiera e corso Trapani, all’incrocio di corso Siracusa con via Tirreno, corso Vittorio Emanuele II angolo corso Castelfidardo, corso Novara con corso Vercelli, corso Lecce con corso Appio Claudio, via Pianezza angolo corso Potenza, corso Vittorio Emanuele II con corso Vinzaglio, piazza Pitagora, corso Turati angolo corso Rosselli.

Correlato:  Riapre l'Orto Botanico di Torino, una moltitudine floreale da tutto il mondo

La selezione è stata appositamente effettuata in base al numero di infrazioni e di incidenti registrati. Si parla quindi di punti altamente e notoriamente a rischio. Gli incroci che inizialmente adotteranno questa novità rappresentano gli apripista di questo nuovo sistema e saranno utili per valutare gli aspetti tecnici. Dopodiché si entrerà nella seconda fase, in cui saranno piazzati altri 14 apparecchi in 11 punti.

Il costo complessivo per l’installazione di tutti i sistemi sarà di 400mila euro. L’amministrazione comunale punta ad avere pronto il nuovo sistema entro la fine dell’anno in modo da iniziare il 2020 con i nuovi semafori Vista Red attivi.

Per quanto riguarda i costi delle multe, si dovranno pagare 41 euro di giorno e 54 euro di notte in caso di superamento della linea di arresto. In caso di passaggio con il rosso, la multa sarà di 163 euro di giorno e di 200 euro di notte. Saranno inoltre scalati 6 punti dalla patente, con raddoppio a 12 punti in caso di automobilista neopatentato.

Il Comune ha stimato che il gettito complessivo delle contravvenzioni dovrebbe essere elevato. Si ipotizza una cifra compresa tra i 2 e i 5 milioni di euro.

Dunque, le stangate ai furbetti, che mettono a rischio la propria incolumità e quella degli altri, potrà rivelarsi come una leva di entrate per le casse di Palazzo Civico.

Correlato:  Meteo, a Torino un week end estivo: sole splendente e temperature fino a 30 gradi