Home Articoli HP In arrivo i fondi per avviare il restyling di Torino Esposizioni: accoglierà...

In arrivo i fondi per avviare il restyling di Torino Esposizioni: accoglierà la nuova Biblioteca Civica

In arrivo i fondi per avviare il restyling di Torino Esposizioni: accoglierà la nuova Biblioteca Civica
In arrivo i fondi per avviare il restyling di Torino Esposizioni: accoglierà la nuova Biblioteca Civica
Tempo di lettura: 1 minuto

Restyling di Torino Esposizioni, il Comune di Torino avrà a disposizione i fondi per avviare il progetto

Il restyling di Torino Esposizioni si farà.
Sono in arrivo i fondi destinati al Comune per avviare il progetto di ristrutturazione del complesso.
Si tratta di 12 milioni di euro, necessari per dare il via al piano di riqualificazione di una porzione di Torino Esposizioni, il gioiello progettato nel 1938 e abbandonato dopo le Olimpiadi.
I fondi arriveranno da quelli post olimpici, ovvero quelli avanzati dalla gestione dell’Agenzia Torino 2006, l’ente a cui è stata affidata la realizzazione di tutti gli impianti e delle infrastrutture, e che vengono gradualmente ripartiti tra i Comuni protagonisti delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006.
L’ultimo documento, approvato pochi giorni fa, mette a disposizione del capoluogo piemontese e dei comuni 32 milioni di euro, di cui 12 sono destinati alla città sabauda.
Con questi fondi, il Comune di Torino ha intenzione di mettere in sicurezza il Padiglione Agnelli del complesso di corso Massimo D’Azeglio, che negli ultimi anni è stato usato come palazzetto del ghiaccio per poi ospitare Paratissima e Operae.
L’obiettivo di Palazzo Civico è quello di trasformare l’edificio in una struttura capace di accogliere fiere e mostre.
Il problema, però, ruota intorno ai soldi. Infatti, servirebbero circa 100 milioni per ricavare, all’interno del padiglione  Agnelli, la nuova Biblioteca Civica, trasferendo la sede di via della Cittadella, ristrutturare il Teatro Nuovo e costruire nei padiglioni 3 e 5 aule e laboratori per la facoltà di Architettura del Politecnico.
Dal canto suo, il Politecnico ha già stanziato i suoi 30 milioni e potrebbe iniziare i lavori già il prossimo anno, mentre Palazzo Civico non ha ancora stanziato i 45 milioni necessari per la biblioteca, gli archivi e gli uffici, né i 5,5 milioni di euro per il Teatro Nuovo.
Al momento, la Città non ha stanziato nulla o quasi e non c’è traccia di fondi neanche nel piano triennale delle opere pubbliche.
Sarà difficile che ulteriori fondi possano arrivare dalla gestione post olimpica né dal Governo.
Dunque, con i fondi in arrivo dall’Agenzia Torino 2006 sarà possibile solo avviare il progetto di restyling di Torino Esposizioni, ma per completarlo bisogna cercare altre risorse o ricorrere all’aiuto dei privati.
Correlato:  Arriva la neve a Torino: da domani inizia l'ondata di maltempo che durerà fino al week end