Mole24 Logo Mole24
Home » Trasporti » Quante multe ai monopattini a Torino nel 2023? In aumento le sanzioni

Quante multe ai monopattini a Torino nel 2023? In aumento le sanzioni

Da Alessandro Maldera

Aprile 04, 2024

6 monopattini azzurri

I monopattini elettrici sono diventati sempre più popolari come mezzo di trasporto urbano, offrendo una soluzione pratica ed ecologica per gli spostamenti in città. Tuttavia, l’aumento del loro utilizzo ha portato anche ad alcune problematiche, come la sosta irregolare e il mancato rispetto delle regole. Nel 2023, la polizia municipale di Torino ha registrato un’ampia quantità di multe comminate ai conducenti di monopattini per violazioni del codice della strada.

I dati sulle multe ai monopattini a Torino

Secondo i dati forniti dall’assessore alla Viabilità Chiara Foglietta in consiglio comunale, nel corso del 2023 sono stati effettuati circa 800 controlli dalla polizia municipale per verificare la mobilità sostenibile. Durante questi controlli, sono state accertate complessivamente 2.847 sanzioni al codice della strada, di cui 1.267 per soste irregolari.

Richiami Prodotti Italia App

Analizzando nel dettaglio i numeri, emerge che il 99% delle multe comminate ai monopattini in sharing sono per sosta irregolare. Su un totale di 1.153 verbali, ben 1.140 sono state inflitte per questa violazione. D’altra parte, le multe ai conducenti di monopattini privati sono state 1.694, di cui solamente 127 per sosta irregolare. Le altre violazioni riguardano principalmente l’utilizzo di strade in contromano o la mancata utilizzazione delle piste ciclabili.

È interessante notare che solo il 60% delle multe comminate ai conducenti di monopattini è stato pagato. Questo dato potrebbe indicare una certa resistenza o mancanza di consapevolezza riguardo alle conseguenze delle violazioni del codice della strada.

Le misure per contrastare la sosta irregolare

La sosta irregolare dei monopattini rappresenta una delle principali problematiche affrontate dalle autorità a Torino. Per risolvere questo problema il Comune sta progettando la realizzazione di nuovi stalli dedicati ai monopattini e alle biciclette, in concomitanza con interventi di riqualificazione dello spazio pubblico e la creazione di nuove piste ciclabili.

Inoltre, è in corso di ridefinizione la graduatoria relativa al nuovo avviso promosso dalla Città per regolare l’utilizzo dei monopattini in sharing. Questa rimodulazione è stata avviata a seguito della pubblicazione di una sentenza del Tar che ha stabilito la rimozione del criterio “Presenza del servizio dei comuni confinanti“. Questo significa che verranno adottate nuove direttive per regolamentare l’utilizzo dei monopattini in sharing e promuovere una maggiore sicurezza e rispetto del codice della strada.

L’importanza della segnaletica e della sicurezza delle piste ciclabili

Oltre alle misure volte a contrastare la sosta irregolare, è fondamentale migliorare la segnaletica e la sicurezza delle piste ciclabili a Torino. L’assessora Foglietta ha sottolineato l’importanza di creare un ambiente sicuro per i ciclisti e i conducenti di monopattini, invitandoli a parcheggiare nelle aree appositamente designate e a rispettare i limiti di velocità sulle strade urbane e nelle aree pedonali.

Attualmente, sono disponibili circa 12.000 parcheggi per biciclette e monopattini a Torino, che corrispondono all‘1,4% della popolazione residente. Tuttavia, il numero di monopattini in sharing circolanti in città è ancora significativo, con una media di 4.500 monopattini, 1.200 biciclette e 250 scooter elettrici.

Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende