Mole24 Logo Mole24
Home » Cronaca di Torino » Torino candidata Europride 2027: la giornata internazionale dell’orgoglio Lgbtq

Torino candidata Europride 2027: la giornata internazionale dell’orgoglio Lgbtq

Da Alessandro Maldera

Aprile 03, 2024

ragazzi vestiti da donne

Il Torino Pride ha ufficialmente annunciato la sua candidatura per ospitare l’Europride nel 2027. Questa importante manifestazione dedicata alla celebrazione della giornata internazionale dell’orgoglio LGBTQ+ è una sfida che coinvolge anche Vilnius in Lituania, Torremolinos in Spagna e Gloucestershire in Inghilterra. L’associazione degli organizzatori dello European Pride, nota come Epoa, ha confermato la partecipazione di queste quattro città alla competizione, che vedrà le varie associazioni votare per decidere la sede dell’evento. Il verdetto finale sarà annunciato il 2 novembre.

La candidatura di Torino Pride

La candidatura del Torino Pride per l’Europride 2027 ha spiegato come il dossier di candidatura dovrà illustrare le ragioni che hanno spinto la città a candidarsi e convincere i delegati italiani e internazionali ad appoggiare la candidatura di Torino. Secondo l’organizzazione, l’opportunità di ospitare l’Europride rappresenterebbe un evento di grande importanza per l’Italia, soprattutto in un momento storico caratterizzato da incertezza e insicurezza per la comunità LGBTQ+.

Richiami Prodotti Italia App
persone vestite con colori gaypride arcobaleno

L’ambizione di Torino

L’obiettivo principale di Torino candidata Europride 2027 è quello di diventare un motore di cambiamento a livello nazionale. La città è considerata capace di ospitare un evento internazionale di questa portata grazie alla sua ricchezza culturale, ai suoi importanti musei e alla sua vivace scena musicale. Torino è pronta ad accogliere l’Europride e si spera che la candidatura ottenga un risultato positivo.

Torino candidata Europride 2027: il supporto delle istituzioni

Il coordinamento del Torino Pride ha avviato dei dialoghi con la Città, la Città Metropolitana e la Regione, ottenendo finora un feedback positivo. Nonostante qualche polemica estiva legata alla mancanza di patrocinio al Torino Pride, il dialogo con le istituzioni è stato aperto, compreso il governatore Alberto Cirio. Inoltre, si prevede un confronto con la candidata Gianna Pentenero, ora che la candidatura è ufficiale. Nonostante possa esserci sempre spazio per miglioramenti, il coordinamento del Torino Pride si è sempre sforzato di lavorare in sinergia con le istituzioni per ottenere risultati concreti anche a livello locale.

Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende