Mole24 Logo Mole24
Home » Economia » Vendita Villa Gualino Torino da parte della Regione Piemonte

Vendita Villa Gualino Torino da parte della Regione Piemonte

Da Alessandro Maldera

Marzo 25, 2024

La Regione Piemonte ha deciso di mettere in vendita Villa Gualino, una storica proprietà situata sulla collina di Torino. Questa sontuosa dimora rappresenta un simbolo di storia e prestigio per la città e la vendita ha attirato l’attenzione di molti acquirenti interessati. Questa decisione fa parte di un piano più ampio per liberarsi di numerosi stabili ad oggi inutilizzati per ridurre le spese che gravano sul bilancio

La Storia dello storico edificio

Villa Gualino risale al XX secolo. Fu costruita nel 1912 dal famoso architetto Alfredo D’Andrade per conto di Riccardo Gualino, un imprenditore di Biella e mecenate italiano. L’edificio era una residenza di lusso per la famiglia, nonché un simbolo di prestigio e successo.

Richiami Prodotti Italia App

La dimora si trova in una posizione privilegiata, su una collina panoramica e domina la città di Torino. La sua architettura è un mix di stili, con influenze neoclassiche e liberty. La villa è circondata da un vasto parco con giardini all’italiana, fontane e statue, che contribuiscono a creare un’atmosfera incantevole e suggestiva.

Durante la sua storia, Villa Gualino ha ospitato numerosi eventi sociali e culturali, diventando un punto di riferimento per la vita mondana torinese. Personalità di spicco, come artisti, politici e intellettuali, hanno varcato le sue porte per partecipare a feste e incontri di alto livello.

La Vendita di Villa Gualino

La decisione è stata presa dalla Regione Piemonte con l’obiettivo di liberarsi di immobili inutilizzati e ridurre i costi. La vendita di questa storica dimora è parte di un piano più ampio che coinvolge anche altri 49 edifici di proprietà regionale.

Tra questi edifici ci sono Villa Javelli in via Petrarca, l’edificio di corso Bolzano 44, il retro dell’ex palazzo della Regione di piazza Castello, l’ex assessorato all’Ambiente di via Principe Amedeo 17 e l’edificio di corso Principe Eugenio 36.

Il processo di vendita sarà gestito da Invimit Sgr, una società del Ministero dell’Economia, e dal Fondo i3-Sviluppo Italia. Queste avranno il compito di individuare la destinazione più appropriata per Villa Gualino e gli altri edifici, che potrebbe essere la ristrutturazione, l’affitto o la vendita.

L’operazione di vendita di Villa Gualino è valutata per un importo di oltre 17 milioni di euro. La Regione Piemonte manterrà una quota del 70% di proprietà degli immobili, mentre il restante 30% sarà di proprietà del fondo, che pagherà alla Regione il corrispondente prezzo di acquisto.

Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende