Eventi

Mostra “Stay with Me”: al Museo della Montagna di Torino

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Museo Nazionale della Montagna “Duca Degli Abruzzi” – CAI Torino ospita la mostra “Stay with Me: La montagna come spazio di risonanza“. Questo progetto inserito nel Programma Sostenibilità del Museo, mette in dialogo le ricerche dell’artista viennese Michael Höpfner e della sound artist zurighese Magda Drozd. L’esposizione esplora la relazione dinamica tra soggetto e mondo che si trasformano reciprocamente.

L’esperienza unica della montagna

La mostra “Stay with Me” offre un’esperienza inedita della montagna, andando oltre la visione contemplativa e favorendo un approccio speculativo allo “stare-con-la-montagna“. In un momento di “collasso climatico” il percorso espositivo pone della domande al visitatore. Interroga la possibilità di considerare la relazione risonante come esperienza trasformativa e migliorativa nella relazione tra l’essere umano e la natura.

Le opere sono state appositamente create per questo progetto.

  • Magda Drozd ha realizzato field recordings nei territori transfrontalieri tra Italia e Francia
  • Michael Höpfner ha tratto ispirazione dalle sue camminate all’interno delle Alpi

Entrambi gli artisti si aprono all’aspetto fuggevole e imprevedibile della montagna, interpretando la relazione con essa attraverso una prospettiva di astrazione.

Esplorare la risonanza attraverso l’arte

La mostra “Stay with Me” Museo Nazionale della Montagna di Torino è ispirata dal libro “Resonance. A Sociology of Our Relationship to the World” del sociologo tedesco Hartmut Rosa. La risonanza non è solo una forma di armonia totale, ma una relazione dinamica dove soggetto e mondo si toccano reciprocamente e si trasformano contemporaneamente.

Quindi, l’obiettivo della mostra è quello di creare una dimensione metafisica profonda,. Un luogo in cui l’essenzialità, l’attenzione e il disincanto sono i prerequisiti fondamentali per un modo diverso di vivere il tempo presente. Attraverso le opere di Magda Drozd e Michael Höpfner, i visitatori sono invitati a immergersi in un’esperienza multisensoriale che va oltre ciò che è noto e razionale.

Prospettive uniche sulla montagna

Le opere esposte offrono una prospettiva sonora della montagna. Utilizzando una combinazione di influenze e tecniche diverse, la sound artist crea paesaggi sonori distintivi e seducenti. E con registrazioni sul campo, suoni di violino, passaggi orchestrali, melodie corali, voci fragili, rumori e strumentazioni varie. Insomma, Magda Drozd utilizza il mezzo sonoro per esplorare percezioni intuitive e speculative del mondo.

D’altra parte, Michael Höpfner si concentra sulle camminate come strumento di ricerca. Durante le sue lunghe passeggiate in solitaria, l’artista riflette sui paesaggi e sul drammatico cambiamento dell’interazione umana con la natura. Attraverso performance, installazioni, fotografie in bianco e nero, disegni, video, proiezioni di diapositive e sculture di tende, Höpfner trasmette la sua esperienza del camminare e la sua relazione con la montagna.

Stay with Me: parte di un progetto più ampio

Stay with Me. The Mountain as a Space of Resonance” rappresenta il punto di partenza di una progettualità più ampia intitolata “Stay with Me I A Whole Growing Exhibition“. Questo progetto si svilupperà fino al 2024 grazie al sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo. L’obiettivo di questa iniziativa è esplorare il tema del cammino attraverso una prospettiva multifocale, offrendo una serie di appuntamenti pubblici come panel, workshop ed eventi artistici.

Informazioni pratiche e contatti

  • Indirizzo: piazzale Monte dei Cappuccini, Torino
  • Data: dal 1 novembre al 31 marzo 2024.
  • Orario: dal martedì al venerdì dalle ore 10:30 alle 18 e il sabato e la domenica dalle ore 10 alle 18
  • Biglietti: intero 10 euro – Ridotto 7 euro
  • Per maggiori informazioni visitare il portale web museomontagna.org.

Tag

Related Articles

Back to top button
Close