Sanità

Adeguamento Sismico dell’Ospedale CTO: investimento da 30 milioni

Tempo di lettura: 2 minuti

L’ospedale CTO di Torino sta per intraprendere un importante progetto di adeguamento sismico. Lavori finalizzati a garantire la massima sicurezza delle strutture e degli ambienti in cui si svolgono le attività sanitarie. Con un investimento di 30 milioni di euro finanziato tramite il Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), i lavori inizieranno a metà dicembre del 2023 e si prevede che siano completati entro il 2026.

Progetto di Adeguamento Sismico

L’opera di riqualificazione dell’ospedale CTO si basa sul rispetto delle Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC) del 2018. Infatti, fin dall’inizio, sono stati identificati i “vincoli” del progetto.

I principali sono:

  • il mantenimento dell’operatività delle attività ospedaliere
  • la presenza e la funzionalità dell’elisuperficie durante i lavori
  • il rispetto delle prescrizioni legate all’interesse paesaggistico dell’area di progetto

Limitazioni che hanno guidato l’approccio progettuale, puntando a soluzioni che comportino il minor impatto sulle attività sanitarie e una programmazione attenta.

Per garantire l’operatività continua dell’ospedale e minimizzare le interferenze con le attività sanitarie, verrà adottata la soluzione degli esoscheletri esterni di facciata in carpenteria metallica. Questi ultimi sono visibili e si rivelano come elementi strutturali e ingegneristici. E sono fondati su una moltitudine di pali sormontati da travi di fondazione. Sono progettati per sopportare l’azione sismica di un terremoto. L’armonia con il contesto architettonico è garantita dall’uso di cromie che richiamano gli elementi in calcestruzzo già presenti.

Un altro importante intervento di adeguamento riguarda la realizzazione di tre torri rigide ancorate sui fronti dell’edificio. Queste ultime, essenziali per l’intervento strutturale, sono progettate per integrarsi nel contesto del presidio ospedaliero. E utilizzando rivestimenti simili a quelli già presenti in laterizio e lamiera.

Importanza dell’adeguamento sismico dell’Ospedale CTO

Il progetto è un passo fondamentale per garantire la sicurezza dei pazienti e del personale che vi lavora. Il nosocomio è un punto di riferimento per la Chirurgia Ortopedica e Traumatologica, la Chirurgia Plastica, la Neurochirurgia, la Neurologia e la Medicina del Lavoro. Inoltre, è un centro regionale di riferimento per il trattamento del politrauma, delle patologie vertebrali complesse, dei Grandi Ustionati e della Microchirurgia. Insomma, la messa in sicurezza delle strutture permetterà di continuare ad offrire servizi di alta qualità in un ambiente protetto.

L’adeguamento sismico dell’ospedale CTO rappresenta anche un importante investimento nella salute e nella sicurezza della popolazione torinese. L’ospedale è stato costruito prima dell’entrata in vigore delle attuali normative antisismiche e, grazie a questo progetto, sarà adeguato per garantire la massima precauzione in caso di evento sismico.

La Collaborazione per il Successo del Progetto

Il progetto è il risultato di un lavoro di squadra straordinario che ha coinvolto tutte le strutture aziendali, dalla Direzione generale e sanitaria alle Direzioni di Presidio, alle strutture tecniche e amministrative. Di fatto, una sinergia ha permesso di armonizzare le azioni e rispettare i tempi imposti dal Pnrr. Durante le fasi di realizzazione, si è posta particolare attenzione alla gestione organizzativa per garantire la massima operatività clinica senza interrompere i servizi sanitari.

Tag

Related Articles

Back to top button
Close