Sanità

Al Mauriziano di Torino arriva un asilo nido a forma di aquilone

Tempo di lettura: 2 minuti

L’ospedale Mauriziano di Torino ha vinto un bando per la realizzazione di un progetto innovativo: un asilo nido aziendale a forma di aquilone. La struttura, denominata “L’Aquilone del Mauriziano: Un Servizio per i Piccoli Dedicato Anche ai Grandi”, vuole rendere più facile conciliare la vita professionale e la vita privata dei dipendenti dell’ospedale, riducendo le disparità di genere nel mercato del lavoro e promuovendo politiche di welfare aziendale.

Un Aquilone per migliorare la qualità di vita al Mauriziano di Torino

Grazie al finanziamento di 250.000 euro ottenuto attraverso un bando regionale, l’ospedale Mauriziano di Torino potrà realizzare un asilo nido a forma di aquilone per i figli dei suoi dipendenti. Negli anni, infatti, si era già pensato di costruire una struttura del genere ma, a causa dei costi di gestione elevati, l’idea era stata accantonata.

Il progetto “L’Aquilone del Mauriziano” si articola in tre punti principali, con l’obiettivo di rappresentare un modello di integrazione tra i dipendenti, l’utenza dei servizi sanitari e il territorio circostante.

Servizi per la prima infanzia

La prima fase del progetto prevede la realizzazione di un servizio per la prima infanzia dedicato ai figli dei dipendenti dell’ospedale. L’asilo nido aziendale offrirà un ambiente sicuro per i bambini, consentendo ai genitori di lavorare con tranquillità.

Inoltre, sarà disponibile un servizio protetto per i figli delle donne con patologie croniche, come patologie oncologiche, immunologiche, reumatologiche e ginecologiche. In questo modo, le mamme potranno eseguire visite ambulatoriali o terapie in regime di Day Hospital, sapendo che i loro bambini sono impegnati in attività ludico-ricreative.

Integrazione tra assistenza sanitaria e protezione sociale

Il secondo punto del progetto mira a creare un servizio di integrazione tra l’assistenza sanitaria e le azioni di protezione sociale. Questo approccio specialistico e personalizzato sarà dedicato ai bambini con complessità medica o bisogni speciali. Ad esempio, i bambini che necessitano di frequenti accertamenti o visite mediche presso l’ospedale potranno beneficiare di un servizio che tenga conto delle loro esigenze specifiche.

Riqualificazione di un’area verde

Infine, il progetto prevede la riqualificazione di un ampio lotto di terreno all’interno dell’ospedale Mauriziano. Questo spazio sarà trasformato in un’area verde, seguendo i criteri progettuali per la creazione degli “healing gardens”, ovvero i giardini di cura. L’area sarà aperta non solo al personale e ai pazienti dell’ospedale, ma anche ai cittadini. L’idea, infatti, è quella di trasformarla in un luogo di relax e benessere, dove le persone potranno godere della natura e trascorrere del tempo all’aperto.

Asja D’Arcangelo

Tag

Related Articles

Back to top button
Close