Sanità

Tanti i Bollini Rosa per gli ospedali di Torino

Tempo di lettura: 2 minuti

Quest’anno, sono tanti gli ospedali di Torino possono festeggiare l’ottenimento di diversi Bollini Rosa. In quest’edizione, il Sant’Anna ha infatti ottenuto ben 3 Bollini, mentre il Mauriziano, il Martini e il Maria Vittoria se ne sono aggiudicati 2.

Si tratta di un riconoscimento importante, che va a premiare le strutture che più si distinguono nell’offerta di servizi per la cura delle principali patologie femminili.

Bollini Rosa per gli ospedali attenti alla cura femminile

A occuparsi dell’assegnazione dei Bollini è la Fondazione Onda, che si occupa di promuovere un approccio gender-oriented nelle strutture ospedaliere. Si tratta di un modo per segnalare gli ospedali che più si dedicano alla salute femminile, offrendo servizi specifici per la prevenzione, diagnosi e cura delle patologie che interessano le donne.

Rispetto al biennio precedente, per il 2024-2025 il numero di ospedali premiati con il Bollino Rosa è aumentato, passando da 354 a 367. Questa crescita riflette un’attenzione sempre maggiore verso la salute femminile e l’impegno delle strutture ospedaliere nel fornire alle donne servizi di alta qualità. Inoltre, si è assistito a un miglioramento qualitativo dei servizi erogati. Infatti, il numero di ospedali che hanno ottenuto il massimo riconoscimento, tre Bollini, è passato da 107 dello scorso bando a 126 in questa edizione. Inoltre, 188 strutture hanno conseguito due Bollini, mentre 53 ne hanno ricevuto uno solo.

Per scegliere gli ospedali a cui assegnare i Bollini, le strutture hanno dovuto compilare un questionario di candidatura che conteneva circa 500 domande. In questo modo, Fondazione Onda ha potuto valutare la presenza di specialità cliniche che trattano problematiche di salute tipicamente femminili e trasversali ai due generi. Inoltre, la Fondazione ha controllato la tipologia e l’appropriatezza dei percorsi diagnostico-terapeutici e dei servizi clinico-assistenziali in ottica gender-oriented. Inoltre, sono stati tenuti in considerazione anche l’accoglienza e l’accompagnamento alle donne, oltre ai servizi offerti per la gestione di vittime di violenza.

Tanti i vantaggi di diventare un’ospedale da Bollino Rosa

Grazie ai Bollini Rosa, gli ospedali entrano a far parte di una rete di scambio che permette di condividere prassi virtuose per aggiornare i medici e gli operatori sanitari. Fondazione Onda, però, promuove anche la divulgazione scientifica. Infatti, si impegna con gli ospedali per sensibilizzare sull’importanza della diagnosi e delle cure appropriate per le patologie femminili. Inoltre, gli ospedali con il Bollino Rosa offrono ai pazienti la possibilità accedere a diversi servizi gratuiti in occasioni di giornate dedicate a specifiche patologie.

Per scoprire quali altri ospedali abbiano ottenuto i Bollini Rosa in provincia di Torino o nel resto d’Italia, è possibile consultare il sito dell’iniziativa.

Asja D’Arcangelo

Related Articles

Back to top button
Close