Mole24 Logo Mole24
Home » Sport » Olimpiadi 2026: torna l’ipotesi di portare i bob a Cesana

Olimpiadi 2026: torna l’ipotesi di portare i bob a Cesana

Da Asja D'arcangelo

Ottobre 03, 2023

Mentre Cortina d’Ampezzo cerca di portare a termine il proprio progetto per le Olimpiadi Invernali 2026, si riapre l’ipotesi di utilizzare la pista di bob di Cesana.

A causa delle difficoltà nel trovare un’azienda disposta a realizzare l’impianto, si sta valutando di nuovo la possibilità di sfruttare l’impianto piemontese, creato in occasione delle Olimpiadi Invernali di Torino del 2006. La decisione finale spetterà al governo, che emetterà il suo verdetto tra 48 ore.

Richiami Prodotti Italia App

A Cortina si valutano alternative alla costruzione della pista di bob

Dopo mesi dall’esclusione del Piemonte dai Giochi Olimpici del 2006, torna a ventilare l’ipotesi di un possibile coinvolgimento della regione all’organizzazione delle prossime Olimpiadi Invernali.

In particolare, quello che preoccupa il Comitato, è lo stato della realizzazione della nuova pista di bob che doveva sorgere a Cortina. La costruzione di un impianto del genere da zero, infatti, richiede un’alta tecnologia e un’azienda specializzata nel settore. Al momento, però, le imprese disponibili a prendersi l’impegno di lavorare sul progetto sono sempre meno, soprattutto perché la data dei Giochi si avvicina. Infatti, per la realizzazione di una nuova pista, servirebbero 807 giorni, mentre all’apertura dei giochi ne mancano solamente 857.

Torna l’ipotesi della riapertura della pista di Cesana per le Olimpiadi 2026

In questo contesto, la riapertura della pista di bob di Cesana rappresenta una soluzione alternativa per riuscire a rispettare i tempi stringenti dell’organizzazione delle Olimpiadi 2026. La decisione finale spetta però al governo, che in 48 ore dovrà valutare se procedere con questa opzione o se optare per un’alternativa all’estero.

Intanto, in Veneto si continua a lavorare per concludere tutte le opere previste dal dossier della Regione. Anche qui, però, si inizia ad ammettere l’esistenza di alternative nel caso in cui a Cortina non si riescano a portare a termine i lavori.

Le alternative alla pista di bob di Cortina

Tra le possibili opzioni, la pista di bob di Cesana sarebbe però l’unico impianto italiano. Infatti, tra le altre ipotesi si sono prese in considerazione anche diverse alternative estere, tra le quali spiccano anche Sankt Moritz e Innsbruck.

Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, nel frattempo continua a sottolineare l’importanza di utilizzare il buon senso e di sfruttare il patrimonio olimpico italiano già esistente. Sarebbe infatti paradossale spendere i soldi pubblici per i Giochi all’estero quando in Italia ci sono impianti come quello di Cesana pronti per essere riutilizzati.

Asja D’Arcangelo

Asja D'arcangelo Avatar

Asja D'arcangelo

Studentessa di facoltà umanistiche all'Università di Torino. Appassionata di giornalismo, ama viaggiare e scoprire nuove culture.