Cronaca di Torino

Battaglia per gli alberi di corso Belgio: la decisione al tribunale

Tempo di lettura: < 1 minuto

La controversia tra Palazzo Civico e i residenti di corso Belgio continua ad infiammarsi. Nonostante i tentativi di mediazione per evitare il taglio degli alberi, la soluzione definitiva arriverà dal tribunale.

Presidio fisso in difesa delle piante

Tutto ha avuto inizio all’inizio di giugno, quando un gruppo di manifestanti ha stabilito un presidio fisso per proteggere l’alberata di Corso Belgio. Quest’ultima minacciata dalla decisione del Comune di abbattere gli alberi e sostituirli con altre varietà. Il comitato “Salviamo gli Alberi di Corso Belgio” si è opposto strenuamente a questa decisione, sostenendo che nessun albero sano dovrebbe essere abbattuto.

Mediazione fallita

Il 9 agosto 2023, una delegazione del comitato si è incontrata con l’Assessore per il Verde, Francesco Tresso, e la dirigente della Divisione Verde e Parchi del Comune di Torino, Claudia Bertolotto. Obiettivo cercare una soluzione che accontentasse entrambe le parti. Tuttavia, l’incontro si è concluso senza alcun accordo. Il comitato ha cercato di raggiungere una conciliazione, ma è stato loro comunicato che, a causa dell’azione legale intrapresa, il Comune non può prendere posizione prima dell’udienza in tribunale.

La decisione Finale

Adesso, la data dell’udienza è fissata per il 13 settembre 2023, ma verranno organizzati incontri tra gli avvocati delle due parti prima di quella data. Il comitato “Salviamo gli Alberi di Corso Belgio” ha presentato un ricorso d’urgenza al giudice civile, chiedendo di fermare il taglio degli alberi.

Le Richieste del Comitato

Il comitato ha sempre sostenuto che gli alberi sono sani e non dovrebbero essere abbattuti. Così, hanno bloccato i lavori iniziati a giugno e hanno istituito un presidio permanente per proteggere il viale. La richiesta principale è quella di preservare gli alberi esistenti, sottolineando l’importanza del fogliame e dell’ombra. Tra l’altro, secondo il comitato, le eventuali sostituzioni richiederebbero troppo tempo per raggiungere lo stesso effetto.

Tag

Related Articles

Back to top button
Close