Mole24 Logo Mole24
Home » Trasporti » Aumentato il prezzo dei biglietti del trasporto pubblico a Torino

Aumentato il prezzo dei biglietti del trasporto pubblico a Torino

Da Alessandro Maldera

Luglio 14, 2023

La notizia era nell’aria da diversi, giorni, ma solo oggi se ne ha avuto la conferma. E’ aumentato il prezzo dei biglietti del trasporto pubblico a Torino. Una decisione presa in mattinata dalla giunta comunale per far fronte all’aumento dei costi dovuti alla crisi energetica e all’incremento dell’inflazione.

Quali sono i nuovi prezzi dei biglietti?

I biglietti singoli del trasporto pubblico locale torinese aumenteranno a partire dal 1° ottobre 2023

Richiami Prodotti Italia App
  • il biglietto City digitale valido per 100 minuti subirà un aumento di 0,20 euro, passando da 1,70 a 1,90 euro
  • il costo del biglietto cartaceo sarà di 2 euro.
  • Multicity, il carnet da sei biglietti da 100 minuti, passerà da 10 a 11,80 euro.
  • Daily, su smart card, che consente un numero illimitato di corse nel giorno di validazione, passerà da 3 a 4 euro per il digitale e da 4 a 4,50 euro per il cartaceo.
  • Multidaily, il carnet da 7 biglietti giornalieri anche non consecutivi, aumenterà da 17.50 a 21 euro.

Fortunatamente, gli abbonamenti settimanali, mensili e annuali non subiranno alcuna variazione di prezzo. Restano valide le agevolazioni previste dalla Città di Torino a tutela delle categorie di cittadini più fragili economicamente, come giovani, anziani e disoccupati.

Come funzionerà la transizione alle nuove tariffe?

I biglietti acquistati con la vecchia tariffa saranno ancora validi per 30 giorni dopo l’entrata in vigore dell’adeguamento tariffario. Con la modifica delle tariffe si procederà anche, entro marzo del prossimo anno, alla ridenominazione di alcuni titoli di viaggio per renderli più facilmente riconoscibili alla cittadinanza.

Aumenti anche per la sosta a pagamento

L’adeguamento all’inflazione riguarderà anche la sosta a pagamento, con la tariffa oraria smart che passerà da 1 euro a 1,20 euro, la ridotta da 1,30 euro a 1,50 euro, l’ordinaria da 1,50 euro a 1,70 euro e la centrale da 2,50 euro a 2,80 euro. Tuttavia, le tariffe per gli abbonamenti di sosta per i residenti rimarranno immutate.

Decisione necessaria per garantire i bilanci aziendali

Secondo l’assessora al Bilancio Gabriella Nardelli, la manovra di aumento dei prezzi dei biglietti del trasporto pubblico a Torino è necessaria per attutire i rincari di carburante, dovuti alla crisi energetica dello scorso anno, l’incremento dell’inflazione e dei tassi di interesse. Gtt e la Città di Torino stanno lavorando ad un piano complessivo di risanamento indispensabile per garantire i bilanci aziendali e assicurare la continuità del servizio e i livelli occupazionali e contrattuali del personale.

Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende